Basket B, sorridono Faenza e Imola, stop per Rimini e Cesena

Volata amara per la RivieraBanca Rimini, che cede in casa 78-79 contro la capolista Livorno, con tripla della vittoria sbagliata da Simoncelli a due secondi dalla fine. Un epilogo amaro in una gara con Crow (27 punti) grande protagonista.

L’Andrea Costa Imola torna alla vittoria dopo 7 sconfitte consecutive, battendo per 70-64 una San Miniato duramente colpita dal Covid ma comunque combattiva. I biancorossi guidano praticamente per tutta la partita, toccando le 19 lunghezze di vantaggio sul 53-34, poi i toscani risalgono a -1 (63-62) a 120” dalla fine. Un canestro di Morara e i liberi di Banchi e Sgorbati fanno sorridere l’Andrea Costa, con 19 di Preti (espulso per doppio antisportivo) e 15 di Corcelli.

Quarta vittoria consecutiva (85-68) per la Rekico, che mantiene il passo perfetto nella seconda fase anche davanti ad una Piombino volenterosa ma discontinua. Partita comandata dal 1’, con tanti attori protagonisti e l’MVP Testa (19) a far sentire il suo apporto costante. Doppia doppia per Filippini (11+12), ottimo anche Iattoni (11), decisivo Pierich che con un recupero difensivo al 35’, sul 65-56 ha provocato antisportivo, tecnico e conseguente espulsione del migliore degli ospiti, Eliantonio. Tra i toscani da segnalare la partita fin troppo sentita dall’ex Venucci (0 punti, 0/10 dal campo), vittima della rete di raddoppi e cambi difensivi chirurgici preparati da coach Serra.

Il canestro di Poltroneri a 9 secondi dalla fine condanna i Tigers Cesena sul 55-60 contro Firenze. Una partita mal giocata per 35 minuti in cui i padroni di casa non riescono nella rimonta finale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui