Basket B, sabato c’è un esame severo a Roma per i Raggisolaris

Inizia da Roma il mini tour del Lazio che attende i Raggisolaris, lontani dal PalaCattani nelle prossime due settimane. Sabato alle 18 i faentini faranno visita alla Luiss Roma, formazione composta soltanto da giocatori che frequentano l’ateneo, mentre domenica 14 alle 18 saranno a Rieti in casa della Real Sebastiani, una delle favorite per la promozione in serie A2. Entrambe le partite saranno trasmesse in diretta su LNP Pass.

La Luiss Roma è una realtà sportiva unica in Italia, creata nell’ambito dell’università romana LUISS Guido Carli e con una squadra composta da soli studenti iscritti all’ateneo. La squadra è la massima espressione della locuzione Mens sana in corpore sano, ma anche esemplare dimostrazione di valore organizzativo. Da quando è salita in serie B nella stagione 2014/15, la Luiss si è sempre qualificata ai play off, arrivando nel 2017/18 in semifinale vedendosi sconfitta 3-2 da Cassino, poi salita in A2. Questa squadra è tutt’altro che la facciata di un’università. Lo testimonia l’ottimo lavoro dello staff tecnico, guidato da 8 anni da Andrea Paccariè, capace di continuità di risultati con squadre spesso rivoluzionate di anno in anno. In questa stagione, per esempio, la Luiss Roma scende in campo con un’età media di 20 anni, contro i 24 della scorsa stagione. Nell’organico figurano anche giocatori che hanno già conosciuto la serie B. Sabato i Raggisolaris trovano infatti sul parquet capitolino Marco Pasqualin e Domenico D’Argenzio, già affrontati da Faenza in Coppa Italia nel 2019 quando erano a Caserta, e Giorgio di Bonaventura, ex Teramo.

Il migliore realizzatore è Riccardo Murri, guardia\ala classe 2000 che viaggia a 13.3 punti di media, seguito dal playmaker del 2001 Domenico D’Argenzio con 12 e dalla guardia Giorgio Di Bonaventura con 11.4, il più ‘anziano’ del gruppo pur essendo del 1997.

Altri giocatori importanti nello scacchiere tattico di coach Paccariè sono la guardia\ala Matija Jovovic (1998), il playmaker Marco Pasqualin (1997), i pivot Davide Tolino (2002) e Matteo Converso (1998) e le guardie Cesare Barbon (1998) e Andrea Zini (2000).

Completano il roster le guardie Daniele Fiorucci (1999) e Leonardo Di Francesco (2000), l’ala Alessandro Van Velsen (2001), il play Tommaso Salvaggi (2002) e il centro Francesco Buzzi (2000).

Non sono ancora scesi in campo Francesco Gellera e Cristopher Egwoh a causa di infortuni e torneranno disponibili a gennaio. Nelle prime cinque giornate di campionato, la Luiss ha ottenuto una sola ma prestigiosa vittoria, contro Roseto, e grazie alla sua giovane età media è seconda nella classifica di impiego degli under nel girone C.

“La Luiss Roma è una squadra ben allenata da coach Paccariè e fa del contropiede primario la sua arma in più – sottolinea il primo assistente Simone Lilli – per mettere nelle migliori condizioni Pasqualin, D’Argenzio e Di Bonaventura, bravi grazie alla loro velocità ad attaccare il ferro e a servire i compagni. Anche l’uno contro uno è un loro punto di forza, per mettere in ritmo i tiratori come Murri, Pasqualin e Di Bonaventura. Sarà una partita difficile soprattutto perché in casa la Luiss segna 77 punti di media e quindi dovremo essere duri in difesa sin dall’inizio per bloccare il loro gioco. Siamo pronti per giocarcela al meglio e daremo tutto come sempre”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui