Basket B play-off, una vittoria per la A2, Rimini insegue una notte storica

Presto che è tardi: chi vuole esserci sarà meglio che si affretti a prendere i pochi biglietti rimasti, visto che questa garatre (ore 20.30 al Flaminio, attesi almeno 3mila spettatori) può essere la sera della promozione in A2 della Rinascita.
Qualcuno diceva, dopo garauno, che Roseto avrebbe quasi di default vinto la replica: lo stesso si può dire di questo match, quasi tutti pensano vincerà Rbr ma, come ha precisato nel post di garadue il coach abruzzese Quaglia… «si arriva a 3». Il problema, per lui e per i suoi, è che in casa RivieraBanca lo sanno bene.
«Saremmo stupidi se pensassimo che è finita e che Roseto regalerà qualcosa – dice poche parole e piuttosto concise, coach Mattia Ferrari -. Servono durezza, mentalità, consapevolezza di quello che è stato fatto ma anche di quello che c’è ancora da fare. Archiviamo le prime due partite, adesso c’è un’altra storia».
Tutto vero, ma cosa vuoi inventarti ormai? Tutti sono stanchi, siamo attorno alle 40 partite stagionali per entrambe, Roseto ha anche le tre in più della Coppa Italia vinta, tutti conoscono tutti. Tanto che in garadue, quando la Liofilchem ha provato e ci è pure riuscita, a limitare Tassinari, è uscito Rinaldi (13 punti nei primi 12 minuti per indirizzare la partita). Masciadri, invece, è dall’inizio dei play-off che è in versione “ingiocabile”: quasi 15 di media con percentuali

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui