Basket B play-off, Amadori Cesena ko al Carisport: Orzinuovi sul 2-1

Dom 2 Giugno 2019 | Alessandro Burioli


CESENA, 2 GIUGNO 2019 - Questa volta l’ultimo tiro non dice bene all'Amadori Cesena, che fallisce per due volte il canestro del sorpasso negli ultimi 10 secondi e perde garatre dopo aver rimontato da -15. L’incipit del match vede un’Amadori completamente diversa da quella ammirata martedì ad Orzinuovi. I ragazzi di Di Lorenzo pagano l’intensità di Orzinuovi che si scatena e al 4’05” Tassinari segna il 2-8 che diventerà 4-11 al 4’43”. Qui arriva il primo squillo dei padroni di casa che ricuciono e al 5’55” pareggiano a quota 11.

Ma la parola fine sul primo periodo la mettono ancora i lombardi con Turel che segna il 14-20. In un continuo botta e risposta arriva una nuova fiammata dei Tigers, che guidati da De Fabritiis mettono per la prima volta il naso avanti sul 24-23 al 13’21”. L’inerzia della partita però non cambia, l’Agribertocchi nell’ultima fase di secondo quarto è inarrestabile e con un parziale di 16-0 si lancia a +15, 24-39 del 19’12”. Guidati da Tassinari e Varaschin gli ospiti sparano a ripetizione dalla distanza e confezionano una fuga che ha tutto per essere decisiva Al ritorno dagli spogliatoi Cesena reagisce per solo dopo 5’. Un parziale di 8-0 riporta Cesena a -3 sul 42-45, al 7’17”.

Ma garatre è questione di parziale e contro parziale e anche questa volta la costante non viene smentita Tra la fine del terzo quarto e l’apertura dell’ultimo periodo Orzinuovi allunga ancora, riportandosi a +10 sul 42-52. Cesena non è morta e lentamente si rialza con Dagnello che al 34’46” chiude un parziale di 8-0 che riporta di nuovo sotto l’Amadori: è 50-52. Un lampo di Turel segna il 50-57 a 4’14” dalla fine, dall’altra parte rispondono Frassineti e De Fabritiis e al 37’38” è 58-57. La battaglia di nervi nell’ultimo minuto racconta del canestro di Varschin che riporta gli ospiti avanti, la risposta dall’altra parte la concede Frassineti a 50” ed è 60-60 Timperi a 32” dalla fine è perfetta alla lunetta.

De Fabritiis sbaglia la tripla ma cattura il rimbalzo e cede a Brkic, che non trova un compagno e prova una preghiera sulla sirena che non vede luce e fa calare il Carisport nel silenzio.

Condividi su Facebook    Condividi su WhatsApp

,

,

,

,

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *