Basket B, Ozzano-Imola sarà il derby di Federico Grandi

Otto anni non si cancellano facilmente. Lo sa bene Federico Grandi, che sabato sera ad Ozzano (ore 20.30, arbitri Farneti di Cagliari e Roberti di Napoli) si presenterà con l’Andrea Costa per la prima volta da avversario. Lui ai New Flyng Balls deve praticamente tutto. E viceversa. Come spiega il presidente emiliano Paolo Cuzzani, quello che mise Grandi in panchina 9 anni fa, con parole “colorate”, non scontate … e davvero bellissime: «Lui sarà sicuramente più teso di me. E’ un ozzanese, che giocherà contro la squadra della sua città. Nel gruppo degli ultras, gli Skid, ci sono molti della sua “balotta”, gli amici del playground, quelli che si ritrovano per i tornei estivi, qualche tiro al campetto e una birra. Prepareranno sicuramente qualcosa per Federico. E’ stato otto anni qua, facendo grandi risultati, portandoci dalla C Regionale fino alla B. Vorrà fare bella figura, ma l’emozione, quella non potrà batterla. Siamo un paese di 14mila persone, siamo arrivati fino alla terza categoria nazionale, abbiamo fatto cose incredibili, la classica storia di periferia che ti porti dietro e ti resta tatuata sulla pelle. Una storia fatta di vino, salame, di partite dal prete e di un buon ambiente. Di tutto questo Grandi è stato parte integrante, una medaglia al petto gliel’attaccherei eccome. Ci siamo lasciati bene e gli posso augurare solo il meglio».


Fede è bravo

Grandi ad Ozzano ha collezionato 255 presenze, con 156 vittorie, due promozioni e una Coppa Emilia Romagna: «Io l’avrei tenuto a vita, ma quando tornammo dalla vittoria di Cecina a giugno mi disse, “Cuzzo ho finito gli stimoli qui”. Sembrava dovesse andare a fare l’assistente alla Fortitudo, poi loro hanno fatto altre scelte, è saltata fuori Imola e giustamente ha accettato. Gli voglio bene, è un amico di famiglia ed è meglio di tanti allenatori di A2, basti vedere quello che sta facendo vedere con l’Andrea Costa. E’ secondo in classifica, chi l’avrebbe detto».
Sabato, viene da dire a questo punto, si giocherà “anche” una partita di basket: «Vorrei che fosse un bel match, senza disordini o altro. Io vengo dalla Fossa dei Leoni e ho le mie belle cicatrici in quanto a ignoranza sportiva, però ora mi sono tranquillizzato. Abbiamo tantissime richieste pure da Bologna per i biglietti, potremmo fare il pienone ma ci fermeremo, in ossequio alle regole, a 600 spettatori».


Multa e biglietti

Il giudice sportivo ha inflitto una multa di 250 euro all’Andrea Costa per “offese collettive frequenti del pubblico verso gli arbitri”. Da inizio stagione Imola ha già collezionato 1.220 euro di multa. I biglietti per il match di Ozzano invece sono acquistabili solo in prevendita presso la sede di via Valeriani (una settantina circa). Morale, meglio affrettarsi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui