Basket B, la Virtus da trasferta non tradisce

Continua il trend positivo in trasferta per la Virtus Imola che, dopo essere stata sotto anche di 17 punti, trova la lucidità necessaria per uscire da San Miniato con una vittoria importante per morale e classifica. Una gara aggressiva per i gialloneri che riscattano così la rimonta subita sette giorni prima da Fiorenzuola.

Solo 16 minuti in campo, ma una condizione fisica sempre più vicina a quella che i tifosi gialloneri si aspettavano: Milos Milovanovic sta ritrovando il coraggio e la fiducia che lo hanno contraddistinto la scorsa stagione in C Gold, anche se con cifre ben diverse rispetto a quei 17.6 punti a partita segnati con la maglia della Virtus Gorle. «Certo, mi piacerebbe segnare di più, ma è il mio primo anno in serie B quindi un passo alla volta spero di migliorare sotto questo punto di vista, così come in tanti altri. La priorità sono i risultati di squadra e io sono qui per aiutarla a vincere più partite possibili».

Il centro classe 1996 è molto soddisfatto di questo inizio di stagione, però preferisce non alzare troppo l’asticella delle ambizioni. «È un campionato abbastanza equilibrato in cui le squadre top non sono poi così distanti dalle ultime. Prima dell’inizio della stagione tutti ci avevano sottovalutato, ma abbiamo preso sempre più confidenza per potercela giocare con tutti. I nostri propositi rimangono sempre gli stessi, però non abbiamo obiettivi fissi: semplicemente vogliamo dare il meglio, lottando duro su ogni pallone e guardando i risultati solo alla fine».

Dopo tanti anni passati nella C lombarda, l’ex Bergamo ha deciso di cambiare aria trovando un ambiente perfetto per lui. «Qui a Imola la società è super, in questi mesi non ho avuto alcun problema, ogni membro dello staff è sempre presente e molto capace quindi sono soddisfatto di essere qui, anche per come si vive in città».

La Virtus domenica affronterà il secondo derby stagionale, stavolta al Ruggi e contro i New Flying Balls. «Ho visto un paio di partite di Ozzano e ho capito che è una squadra con tanti alti ma anche molti bassi, ci sono partite in cui gioca divinamente e altri in cui sbaglia completamente. Li affronteremo a testa alta, sperando in un risultato positivo che possa far felice anche i nostri tifosi».

Intanto lo staff monitora le condizioni di Tommasini, assente a San Miniato per una botta all’anca subita nella partita contro i Bees Fiorenzuola. Il 31enne play giallonero necessitava di qualche giorno di riposo ma dovrebbe ritornare a giorni a disposizione di coach Regazzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui