Basket B, la Virtus aspetta il vero Morara e punta Guerra sul mercato

È una Virtus Spes Vis in crescita quella entrata nella penultima settimana di lavoro prima del debutto in campionato, fissato per il 2 ottobre al Ruggi contro Jesi. Sabato scorso contro i Tigers la Regazzi-band ha lanciato infatti segnali confortanti, specie sul fronte giovani e il test in programma sabato a Ferrara (ore 18), ospiti del Kleb di A2, servirà ai gialloneri per mettere altra benzina nel motore. «A livello fisico stiamo migliorando molto – conferma il coach Marco Regazzi – e i ragazzi giovani accumulano esperienza preziosa. Contro Cesena siamo rimasti quasi sempre dentro il sistema, senza le prolungate pause vissute nel derby di Supercoppa e questo mi conforta. In difesa riusciamo già a esprimere una buona intensità, senza aver buttato dentro alcun tipo di tatticismo».
Serve una pedina
L’Imola giallonera ha già le proprie certezze, vedi Galassi, Aglio, Magagnoli e Mladenov, anche se quest’ultimo viene forse cavalcato un po’ troppo nei momenti di difficoltà. «Credo sia comprensibile: Bobby può fare canestro in tutti i modi e conosce la categoria, logico che venga cercato tanto in certe situazioni. Ci darà una grossa mano in tal senso anche Morara, appena ritrovata la condizione migliore dopo un anno tormentato dagli infortuni. Logico, ci manca Alberti (fuori quasi tutta la stagione, ndr), scelto come primo cambio degli esterni, ora cercheremo qualcuno in grado di innalzare il livello della squadra, un play-guardia non necessariamente Under. Vediamo se le nostre esigenze e il mercato si potranno armonizzare». Fra i papabili c’è il 25enne Filippo Guerra (189 cm) ex Empoli (12.7 punti di media con il 34% da tre), già in uscita da Firenze dove ne prenderebbe il posto Venuto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui