Basket B, la Rekico solo per vincere mercoledì ad Alessandria

Un mercoledì in campo per la Rekico Faenza, reduce dalla sconfitta più che onorevole nel derby di Rimini. Alle 18 i faentini saranno di scena sul campo della Fortitudo Alessandria, ultima e ancora a secco di vittorie, ma non per questo motivo da sottovalutare. La partita si potrà vedere in diretta streaming nel gruppo Facebook privato “Fortitudo Alessandria – Rekico Faenza” accessibile chiedendo semplicemente l’iscrizione. La gara non
sarà su LNP Pass in quanto i piemontesi non hanno aderito al progetto.

Nonostante la classifica, che la vede ancora a secco di punti dopo dodici partite, la Fortitudo Alessandria è una squadra con qualità, ma la poca esperienza e la giovane età, spesso non le hanno permesso di tenere testa agli avversari. Sono infatti soltanto quattro i senior nell’organico: Ferri, Pavone e Giancarli. Rispetto alla gara d’andata, il roster di coach Lorenzo Vandoni è stato rivoluzionato con le partenza della guardia Angelo Guaccio, miglior realizzatore di Alessandria, del pivot Ludovico De Paoli e della guardia Alberto Apuzzo. Il mercato ha però portato quattro pedine:  il pivot Maurizio Pavone, centro del 1984 che già in passato aveva militato ad Alessandria, il playmaker Giancarlo Galipo, classe 2000 arrivato da Avellino (serie B), l’ala del 2002 Matteo Lisini, e il play\guardia Pietro Avonto del 2002. Le novità tattiche hanno portato la guardia Alessandro Ferri a diventare sempre di più il miglior realizzatore con 14.8 punti di media, seguito dal centro Fabio Dal Maso con 8.8.
Completano il roster di Alessandria, i play Marco Giancarli e Luca Valle (2002) e il play\guardia Davide Paglia (2001). È già terminata invece la stagione di Luca Bracchi, infortunatosi al legamento crociato di un ginocchio.
“Sono davvero orgoglioso della nostra prestazione a Rimini – sottolinea l’ala Riccardo Iattoni -, anche se onestamente ero sicuro che sarebbe andata così, perché conosco il nostro carattere. Anche in un momento non semplice abbiamo dimostrato lo spirito del gruppo che è quello di non mollare mai e di voler dare sempre il massimo. Il bello è che a fine partita nessuno era appagato della prestazione ed eravamo delusi di non aver vinto: questa squadra non vuole mai sfigurare e vuole vincere in ogni condizione, anche con pochi allenamenti nelle gambe. La fatica si fa sentire, ma mentalmente stiamo bene. Con Alessandria sarà una partita paradossalmente più difficile da affrontare di quella di Rimini, perché non ha ancora vinto una partita, ma sta lavorando per sbloccarsi visto che il campionato è ancora lungo e avrà tutto il tempo per salvarsi. I nostri avversari vedranno in noi una squadra in difficoltà e ne vorranno approfittare e quindi avranno ulteriori motivazioni. Inoltre sono giovani,
hanno qualità e sono ben allenati. Sono convinto che ci potranno mettere in difficoltà e dovremo essere bravi a non permetterglielo mettendo la stessa grinta di Rimini. Speriamo di avere qualche minuto in più da chi è rientrato da poco e sarebbe stupendo poter recuperare qualcuno che domenica scorsa non è sceso in campo. L’obiettivo è vincere e fare un ulteriore passo avanti nel nostro stato di forma in vista anche di un mese di marzo ricco di partite”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui