Basket B, Blacks Faenza: una settimana di fuoco inizia con San Miniato

La capolista si prepara agli straordinari. La ‘settimana di fuoco’ dei Blacks, con tre partite in otto giorni, inizia domenica alle 18 sul campo della La Patrie San Miniato, formazione di qualità ma che sta attraversando un momento non positivo come dimostrano le sei sconfitte consecutive. I Raggisolaris puntano alla vittoria (che sarebbe la settima consecutiva) per mantenere la vetta della classifica in vista del big match casalingo di mercoledì 7 dicembre (ore 20.30) contro la Real Sebastiani Rieti. L’ultimo impegno dell’insidioso trittico di partite sarà domenica 11 dicembre alle 18 in casa della Bakery Piacenza.

San Miniato – Blacks si giocherà al Palasport Fontevivo di San Miniato e sarà trasmessa in diretta a pagamento su LNP Pass.

“Sarà una partita difficile da affrontare con l’atteggiamento giusto – afferma coach Luigi Garelli – perché troveremo una squadra con grande voglia di riscattarsi dopo aver perso sei partite consecutive. Prevedo un match simile a quello giocato contro Matelica, che veniva da una striscia di sette ko: la differenza è che San Miniato ha maggiore esperienza in B e sa come uscire dai momenti difficili, mentre i marchigiani sono al debutto nel terzo campionato nazionale.

Ultimamente la La Patrie sta subendo in trasferta pesanti sconfitte che le hanno fatto perdere un po’ di fiducia, ma in casa è davvero temibile e lo dimostra il fatto che squadre come Senigallia e Virtus Imola hanno vinto dopo essersi trovate in svantaggio di 15 punti. Su quel campo ha perso Jesi ed è da sempre tra i più ostici della serie B: per espugnarlo occorrono grandi prestazioni. San Miniato, che ha sempre disputato buone stagioni in B, sta pagando quest’anno il fatto di aver perso molti giocatori chiave del roster e i nuovi arrivati devono ancora trovare la giusta amalgama. Come playmaker ha Quartuccio, classico regista d’ordine che tira poche volte, mentre la guardia titolare è Venturoli, tiratore di striscia e ottimo dai tre punti. Come ala c’è Tozzi e sotto canestro Spatti e Ohenhen, giovane del 2001 che aveva nella scorsa stagione un buon minutaggio a Cividale, dove ha conquistato la promozione in A2. Attenzione anche ai tiratori da tre Cipriani e Guglielmi. Le rotazioni dei toscani si chiudono con Bellachioma e Capozio.

La Le Patrie gioca una pallacanestro molto veloce ed è aggressiva in difesa dal primo all’ultimo minuto. È una squadra che non molla mai grazie anche al fatto che coach Marchini riesce a mantenere sempre alta l’intensità sfruttando le tante rotazioni a sua disposizione, una filosofia di gioco che la società sta seguendo sin dall’arrivo di San Miniato in serie B nel 2015. Sarà quindi una partita di grande sofferenza nella quale bisognerà prepararsi a vivere momenti difficili e non farsi sorprendere dalla aggressività di San Miniato per non subire il suo gioco”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui