Basket B, Blacks Faenza contro Empoli, guidato da un coach di appena 30 anni

Ultimo impegno del 2022 per i Blacks Faenza, di scena domani alle 18 al PalaCattani contro l’USE Computer Gross Empoli. Un match chiave per i faentini, intenzionati a confermare il secondo posto e a restare in corsa per la Coppa Italia dove si qualificheranno le prime due classificate al termine del girone d’andata. I biglietti si possono acquistare on line sul circuito Live Ticket e domenica dalle 17 alle biglietterie del PalaCattani.L’USE Computer Gross Empoli, terzultima in classifica con due vittorie ottenute in dodici giornate, sta pagando il passaggio dal girone A al C, decisamente più competitivo. Un ruolino di marcia che testimonia le difficoltà dei toscani, in corsa per evitare la retrocessione diretta, anche se nelle ultime settimane si sono rilanciati grazie ai successi con San Miniato e Matelica.

Empoli è guidata da un tecnico giovane e debuttante, il 30enne Luca Valentino, che allena un roster dove non mancano l’esperienza e la qualità nei giovani.

“Empoli ha conquistato le sue uniche due vittorie nelle ultime settimane a dimostrazione che sta attraversando un buon momento – sottolinea il coach faentino Luigi Garelli -. Ha un roster formato da atleti esperti e da giovani del vivaio nati dal 2003 al 2005 con buone qualità che si stanno mettendo in luce e con le potenzialità per diventare giocatori da serie B.

Dovremo stare attenti soprattutto a Casella, guardia che ho avuto a Livorno, in grado di essere molto pericoloso in attacco se è in giornata positiva. Di grande impatto sono anche Nwokoye, pivot lo scorso anno a Cesena, Hidalgo, che sta disputando un’ottima stagione e che ho avuto anni fa a Castelletto Ticino, e Antonini, che pur essendo soltanto un ’99 ha già molti campionati di serie B alle spalle.

L’USE è ben organizzata in fase difensiva, con difese a zona e sui pick and roll ed è la classica squadra che deve essere affrontata con il giusto atteggiamento e studiando ogni suo minimo particolare. Dobbiamo mostrare la stessa determinazione messa in campo con Piacenza e anche con Rieti, perché Empoli ha il potenziale per metterci in difficoltà. Fondamentale sarà quindi avere quella continuità di rendimento all’interno della stessa partita che non sempre abbiamo avuto e che sarà determinante trovare in un girone dove nessun incontro è scontato. Arriviamo all’ultimo impegno prima della pausa natalizia con qualche giocatore acciaccato, ma dobbiamo stringere i denti per chiudere l’anno con una vittoria, per poi concentrarci nelle prossime settimane sul lavoro fisico e tattico”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui