Basket B, Andrea Costa: domani lo storico passaggio di consegne

Il momento tanto atteso questa volta sta davvero per arrivare. Domani, infatti, a partire dalle 10.30 presso l’Hotel Donatello si riunirà l’assemblea dei soci dell’Andrea Costa, chiamata a ratificare lo storico passaggio di consegne fra Gian Piero Domenicali e Cristian Marocchi. Sorprese non ce ne saranno, sia perché i soci stessi sono stati informati per tempo dell’operazione e hanno dato il proprio tacito assenso, sia perché Domenicali con il 31% controlla la larga maggioranza del club e il suo voto peserà (come sempre) tantissimo. Lunedì, poi, l’Andrea Costa ha convocato per le 16.30 sempre al Donatello una conferenza stampa, nella quale saranno illustrati i dettagli di quella che ha tutte le fattezze di una “rivoluzione morbida”.

Passaggio di quote

Dopo la votazione di domani, infatti, il 42enne imolese (con un passato nel mondo di motori e marketing) si troverà in mano il 32% delle quote dell’Andrea Costa (30% rilevato da Domenicali, più il proprio 2% di partenza) e la carica di amministratore unico, con Domenicali che terrà per sé un simbolico 1%. Colui che è stato “il capo” indiscusso dalla stagione 1990/1991 della realtà sportiva più importante della città, resterà comunque nell’orbita del club, lavorando su una parte del fronte sponsorizzazioni. Facile prevedere che, alla luce della grande esperienza accumulata dallo stesso Domenicali nella gestione sportiva di una società di pallacanestro, Marocchi si appoggi molto a lui anche da questo punto di vista. Ecco, insomma, perché sembra giusto parlare di rivoluzione morbida in attesa di sentire le posizioni dei protagonisti lunedì. Il passaggio di testimone avrebbe dovuto concretizzarsi già sabato 20 marzo, ma quell’assemblea fu rinviata causa il focolaio di Covid che aveva colpito la sede del club, compresi gli stessi Domenicali e Marocchi.

Toffali recupera

Intanto l’Andrea Costa ha sfruttato al meglio il rinvio del match con Cecina per preparare la sfida di domenica al Ruggi contro Empoli (ore 18, arbitri Barra e Naftali di Torino). La buona notizia è il completo recupero dal problema muscolare di Davide Toffali, tenuto a riposo precauzionale nella vittoria su San Miniato. L’esterno ha ripreso ad allenarsi con i compagni da ieri e quindi, salvo ricadute, sarà a disposizione. Per capire l’importanza della sfida basta guardare la classifica: i toscani sono appaiati ai biancorossi a quota 16 ma con una partita in più. Batterli significherebbe metterli, probabilmente, dietro anche alla fine del campionato. Perdere equivarrebbe a compiere un passo e mezzo verso i play-out.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui