L’Unieuro chiede un cambio di marcia al 2020 e domenica 5 gennaio i forlivesi scendono in campo al palazzetto “Falcone e Borsellino” (ore 18) contro la Cestistica San Severo. “Siamo ripartiti da lunedì perché l’ultima partita non è andata giù: abbiamo voglia di riscattarla e abbiamo fatto una settimana di allenamenti positiva – ha detto coach Dell’Agnello nella conferenza stampa della vigilia – in settimana abbiamo avuto un paio di distorsioni tra Campori e Benvenuti, e Giachetti si è allenato solo oggi dopo una botta presa contro Orzinuovi. Ma tutti sono in recupero e contiamo di averli a disposizione per la partita di San Severo”.

Trasferta in terra pugliese per i biancorossi, che affronteranno una squadra con un modo di giocare molto chiaro: “Spesso giocano con quattro tiratori sul perimetro e a momenti con un finto “cinque” come Italiano: sono la squadra che tira più da tre in tutto il campionato e dovremo limitare questa loro peculiarità, dovremo fare diventare il campo più piccolo e aggredirli sul perimetro, non lasciando loro conclusioni aperte. Attenzione massima poi perché nelle ultime tre partite in casa hanno battuto l’Urania Milano e perso di tre contro Udine che è una delle migliori squadre del campionato, e di due contro Ravenna che guida la classifica”.

Che Unieuro servirà? “Dovremo essere più concreti e più cinici, dobbiamo essere quadrati come siamo stati per oltre due mesi, rimanendo stabilmente nelle prime quattro e conquistando le Final Eight di Coppa Italia. Lo siamo stati a lungo, non vedo perché non possiamo esserlo di nuovo”.

Argomenti:

Basket A2 girone est

Unieuro Forlì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *