Basket A2, Unieuro: vincere a Torino aiuta a sognare

Era dal 2 ottobre dell’ormai lontano 1994 che Forlì non espugnava il Pala Ruffini di Torino. Ci è riuscita domenica ed è stata un’ impresa storica per i biancorossi che dalla stagione cui risale il precedente (1994/1995), i piemontesi non li avevano quasi più incrociati. Mentre per l’allora

Olitalia fu l’annata della promozione in A, per l’Auxilium si trattò dell’ultimo campionato di A2 prima di un lunghissimo calvario. Si impose Forlì 88-101 con 39 punti di Niccolai, poi bisogna arrivare al 2013-2014 quando, invece, fu Torino a vincere in casa. Chiuso il libro dei ricordi, il presente parla di Udine, per la quarta volta in quest’annata, e quella che si giocherà domenica sarà una sfida cruciale per l’Unieuro. Se il successo friulano su Scafati di fatto rende impossibile per Forlì chiudere sesta il girone, una vittoria contro i bianconeri darebbe la certezza ai romagnoli di non poter neppure terminare quinti. Virtualmente, anche se per la matematica servirebbe un successo di 10 lunghezze. La giornata, comunque, potrebbe essere favorevolissima in caso di vittoria. Napoli-Torino e Scafati-Tortona possono giocare a favore di Rush e compagni. Se le formazioni di casa si imponessero, il secondo posto finale sarebbe alla portata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui