Basket A2, una Nardò arrabbiata aspetta l’Unieuro

La fame di punti di Nardò contrapposta alla voglia di confermarsi, ma anche di mostrarsi più cinica e continua, dell’Unieuro: è questo il leit motiv della sfida di domenica, un testacoda che nasconde più di un’insidia per la capolista: ambiente caldo a Lecce, coltello tra i denti dei padroni di casa per scongiurare una prematura crisi, motivazioni forti come quelle dell’ex Mitchell Poletti, fulcro offensivo del gioco pugliese. Intanto la società pugliese ha rinnovato la fiducia sia al coach Di Carlo, sia all’esterno sloveno Miha Vasl, sinora deludente (appena 4.3 punti a partita col 21% dall’arco negli ultimi tre match). Nardò ha già gli occhi sul mercato a caccia di un play, probabilmente statunitense: quella con Forlì potrebbe essere l’ultima occasione per Vasl di convincere la dirigenza a continuare a puntare su di lui.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui