FORLI’- Una Supercoppa per ritagliarsi un momento di gioia in un oceano di incertezza. Oggi alle 18 al Pala Galassi, l’Unieuro gioca la prima partita casalinga della stagione 2020-21 e ospita la Lux Chieti 1974 con già un traguardo alla sua portata: vincendo i biancorossi sarebbero automaticamente qualificati alle final eight di Ravenna.

Massimo in 200

Naturale, anzi doveroso, che società e squadra tengano a questo pur parzialissimo obiettivo. Sarebbe un piccolo premio agli sforzi fatti sinora per programmare tra infinite difficoltà una stagione avvolta sempre più dalle nubi del Covid-19. Un’annata che, tra l’altro, nessuno ha la certezza possa iniziare davvero e arrivare sino in fondo e che, comunque, ha i suoi primi vagiti avvolti dal silenzio di palasport spettralmente vuoti. Per dare una idea dei tempi che corrono, l’attesissimo derby Scafati-Napoli è stato rinviato al 31 ottobre per precauzione in quanto un giocatore della squadra di casa è stato recentemente a contatto con una persona positiva.

Quanto al Pala Galassi, oggi sarà aperto per 200 persone che potrebbero anche non esserci tutte. Già, perché la situazione, la paura del presente e del futuro, la consapevolezza che questo “non è tifare” e un evidente principio di disamoramento generalizzato verso lo spettacolo sportivo in queste condizioni, ha fatto sì che a ieri mattina, fossero ancora decine i biglietti non acquistati on-line o nelle prevendite autorizzate. E oggi, le biglietterie e le prevendite stesse, resteranno chiuse.

Testa su Chieti

È per questo che mentalmente viene da domandarsi se oggi l’Unieuro affronterà la prima partita interna della stagione o semplicemente giocherà un match in casa e poi stop. E poi chissà. «Quando siamo qui dentro al palazzetto, tutti i giorni, a questo non vogliamo né possiamo pensare – afferma coach Sandro Dell’Agnello – non serve a nulla ipotizzare un futuro che non possiamo prevedere, dobbiamo tenere la testa sul lavoro e sulla partita che dobbiamo giocare. È stato così sinora e così sarà oggi e domani».

E allora, testa a Chieti «perché dopo tanto non giocare abbiamo voglia di farlo, di vincere e di conquistare le finali di Supercoppa». Sarà una Forlì senza Dilas (problema al ginocchio, tornerà ad allenarsi martedì) e con il dubbio Giachetti sulla cui presenza in campo si deciderà oggi.

Davanti, l’Unieuro avrà una new entry della stagione 2020-21, quella Chieti ai danni della quale i biancorossi si salvarono ai play-out nel 2016 e che adesso si riaffaccia all’A2 con una nuova società e «un quintetto base di assoluto valore, composto da giocatori come Piazza, Santiangeli, Bozzetto e due stranieri con esperienza in massima serie quali Paulius Sorokas e Pendarvis Williams».

La gara, trasmessa in diretta per gli abbonati di Lnp Tv, arriva mentre oltre all’incertezza divampa la questione protocolli anti-Covid. Per ora è previsto un tampone prima dell’esordio in campionato ma il Consiglio Federale Fip del 23 ottobre ha in animo di introdurre, come ha specificato la stessa Lnp dichiarando di essersene fatto promotrice, un significativo aumento dei test periodici. L’idea è quella di un tampone rapido ogni settimana.

Argomenti:

A2 Supercoppa

Chieti

Pala Galassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *