Basket A2 play-off, OraSì per stupire contro Cantù

Due vittorie identiche nel punteggio per approdare in semifinale, ma oggi, venti giorni dopo, è di nuovo un “a voi” per Cantù e Ravenna. Dopo la quasi amichevole del primo maggio (viste le classifiche consolidate prima della palla a due), sempre a Desio alle 20.30, canturini e romagnoli vogliono cominciare nel modo migliore una serie che si preannuncia al fulmicotone. Infatti le due squadre butteranno tutto sul campo, tecnica, qualità, entusiasmo. Tutto questo ben sapendo il ruolo di favorita, almeno per il fattore-campo, vale a dire i lombardi, e quello di ulteriore mina vagante, per l’OraSì che ha già pareggiato la migliore seconda fase della propria storia in categoria, a distanza di cinque anni da quella, terminata 0-3, contro la Virtus Bologna.

Rimonta incompleta

Il giorno della Festa dei Lavoratori il -4 finale è stato frutto soprattutto della grande grinta di capitan Cinciarini e compagni di giocare il tutto per tutto nonostante i venti punti al passivo maturati come massimo svantaggio (54-34). Così la sfida terminò 76-72 e fu giocata senza Arnaldo non convocato e Tilghman, in panchina ma lasciato a riposo. «Averli affrontati recentemente – spiega coach Alessandro Lotesoriere – può essere un vantaggio perché abbiamo già rotto il ghiaccio con un ambiente che si preannuncia molto caldo per la presenza della curva degli Eagles che proprio contro di noi era al rientro tre settimane fa. Dalla nostra parte avremo i nostri Leoni e non solo che si stanno organizzando per seguirci almeno oggi. Sarà veramente un piacere vederli e sentirli tifare per noi in una serie che è motivo di orgoglio per Ravenna e che vogliamo condividere con chi giornata dopo giornata ci ha seguito con calore, colore e partecipazione (in ogni parte d’Italia, da Torino a Nardò, ndr). Vogliamo affrontare ogni partita con l’entusiasmo dettato dall’essere un premio per il lavoro fatto».

Il polso delle due squadre

Il tecnico pugliese di nascita tasta così il polso delle due squadre: «Noi veniamo da due giorni di riposo che ci hanno permesso di ricaricare le energie spese in una serie difficile come quella con Torino e avrò la rosa al completo. Anche Cantù comunque sarà a ranghi completi visto che Bryant sarà comunque convocato dopo aver saltato interamente la serie contro Forlì».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui