Basket A2, Oxilia: “OraSì, torniamo a vincere”

Cercasi vittoria disperatamente. L’Orasì ha un conto aperto con la dea bendata perché finora fra Covid e infortuni sono salite a cinque le sconfitte consecutive della squadra ravennate e così il prossimo impegno casalingo con Latina di lunedì si presenta come una tappa fondamentale per i giallorossi per riassestare una classifica fin qui alquanto deficitaria.

Per riuscirci servirà però una Orasì diversa da quella vista nelle ultime uscite, anche se dopo il lungo stop è chiaro che ritrovare un buono stato di forma richiede tempo, insieme a un lavoro accorto in palestra che racconta Tommaso Oxilia. «A dire il vero il piano di lavoro è molto simile a quello degli anni scorsi, anche se magari in sala pesi si può stare di meno rispetto al passato mentre è cambiato tutto ciò che gira attorno, ovvero i vari protocolli da rispettare e soprattutto il fatto di non potersi vedere anche fuori dallo spogliatoio che secondo me è un aspetto fondamentale per ogni squadra».

Rimane dunque solo la possibilità di stare insieme in palestra ma nonostante tutto lo spirito generale è alto. «Naturalmente non siamo felici per i risultati che stiamo ottenendo ma tutti cerchiamo di pensare sempre in positivo perché tanto piangersi addosso non serve e siccome con il Covid incombente è possibile stare insieme solo in palestra stiamo cercando di sfruttare al meglio le ore che abbiamo a disposizione per poterci allenare con il massimo impegno e sono sicuro che con tutto il lavoro che stiamo facendo i risultati arriveranno presto».

Facendo un consuntivo delle gare fin qui disputate emerge sicuramente più di un rimpianto. «Certamente. Non dovevamo perdere alla terza giornata con Roma, a Ferrara avevamo la partita ormai in mano, e nemmeno l’ultima contro Pistoia. Poi è normale che il peso specifico del ko contro Forlì sia stato pesante anche per i nostri tifosi, però c’è da rilevare che abbiamo affrontato una squadra molto competitiva contro la quale abbiamo dato il massimo, compatibilmente alle condizioni fisiche di quel momento».

Lunedì arriverà Latina, una sfida da vincere ad ogni costo. «Non vediamo l’ora di toglierci da questa situazione – dichiara l’ala giallorossa – perché vogliamo raccogliere i frutti del nostro lavoro. Latina, l’abbiamo vista dare del filo da torcere a Ferrara giocando punto a punto fino alla fine. È sicuramente una squadra tosta, però noi dovremo fare assolutamente del nostro meglio per vincere».

Vista la classifica attuale, si è pentito della scelta di abbracciare la causa giallorossa? «Non ho nessun rimpianto, anzi, sono sempre più convinto della decisione che ho preso».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui