Basket A2, orgoglio Lotesoriere: “L’OraSì non si piange addosso e riparte”

Dopo una partita equilibrata nella prima metà è il terzo periodo a spianare la strada verso il successo della OraSì che coach Lotesoriere commenta con soddisfazione in sala stampa: «Grande prestazione da parte dei ragazzi alla fine di un tour de force pazzesco. Non ci siamo pianti addosso e abbiamo continuato a lavorare e oggi (ieri, ndr) ho chiesto l’ultimo sforzo prima di una settimana di lavoro cosiddetto normale dove ci dedicheremo a provare qualche assetto diverso dopo la perdita di Tommy per infortunio».
Una vittoria sofferta nei primi venti minuti dove si è visto anche il coach giallorosso rimproverare Sullivan che una volta in campo ha risposto con i fatti: «Sono cose che nel corso di un match ci stanno per darci uno stimolo in più reciprocamente. Non stavamo facendo bene le cose che avevamo preparato e in quel momento ci siamo chiariti ma non è stato nulla di particolare».
Si temeva molto l’impatto fisico degli avversari ma nonostante la loro supremazia a rimbalzo la squadra ha retto bene il confronto: «C’è stata una partecipazione corale sotto questo punto di vista con i piccoli ad aiutare i lunghi sotto canestro: è vero che qualcosa si doveva pagare però il loro impatto fisico l’abbiamo quasi pareggiato e a quel punto la qualità del nostro gioco ha preso il sopravvento».
Per quanto riguarda le voci su un possibile arrivo di Raucci, Lotesoriere preferisce poi non sbilanciarsi: «C’è tempo fino al prossimo venerdì e la società sta facendo le sue valutazioni perché pure avendo la massima fiducia in questo gruppo se ci fosse la possibilità di aiutare questi ragazzi a mantenere l’attuale standard che è nettamente oltre le aspettative d’inizio stagione sarebbe la classica ciliegina sulla torta».
A questo punto il tecnico si toglie però anche qualche sassolino dalle scarpe: «Sento dire che questa squadra è stata costruita per l’alta classifica e francamente mi faccio una risata perché sarebbe bello dare spazio a questi ragazzi per le loro imprese e non alle aspettative tutte sbagliate che invece qualcuno si diverte a mettere in giro. La società all’inizio della stagione mi ha chiesto la salvezza e ora che l’abbiamo ottenuta stiamo provando a realizzare un sogno».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui