Basket A2, OraSì e un futuro tutto da scrivere

Passano le ore e il momento decisivo per quanto riguarda il futuro a tinte giallorosse del basket ravennate sembra essere arrivato, probabilmente già oggi o entro pochi giorni. Dall’incontro di venerdì scorso con amministrazione pubblica e sponsor di maggioranza, infatti, si sono susseguite tantissime voci, più o meno discordanti e più o meno positive, per quanto riguarda il Basket Ravenna.

Le parole del presidente

Ieri mattina il patron e primo tifoso Roberto Vianello, ha rotto questo silenzio, portando un po’ di luce sugli scenari futuri. «Il mio silenzio è stato dettato da motivi personali – spiega Vianello – subito dopo l’incontro di qualche giorno fa. Per quanto riguarda quello che ci siamo detti, da parte dell’amministrazione e dello sponsor è trapelata positività mentre per quanto riguarda me resto molto più prudente e neutro al riguardo. Con Unigra ci incontreremo anche oggi pomeriggio mentre per quanto riguarda l’amministrazione basterebbe di fatto solamente una telefonata».

Avanti tutta o cessione dei diritti?

Entrambe le possibilità restano di strettissima attualità: se da parte di amministrazione e sponsor dovessero arrivare conferme o aumenti di contributi si porrebbero le basi per una presenza di Ravenna nella geografia del basket italiano di elite, in caso contrario gli scenari diventerebbero più foschi. Il presidente ha già sottolineato il fatto di non essere la persona che ripartirebbe dalla B dopo tante stagioni nel secondo campionato italiano. E sarebbero almeno due le società interessate al titolo sportivo, Rieti e soprattutto Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui