Basket A2, Martino: “Unieuro, nessun dramma e torniamo a lavorare”

I complimenti agli avversari e il rammarico. Il tecnico Antimo Martino non può che sottolineare due aspetti che hanno inciso sulla prima sconfitta del campionato: la prestazione tutta energia di Nardò e le assenze dell’ultima ora che hanno limitato rotazioni e potenziale dell’Unieuro. «Mi aspettavo una partita di grande carattere da parte di una squadra che avrebbe fatto di tutto per risollevarsi da una brutta situazione di classifica e così è stato – esordisce – Non mi piace parlare degli assenti, ma è logico che senza Cinciarini e Valentini siamo stati costretti a cambiare il nostro modo di giocare. Abbiamo comunque provato a fare il meglio, non ho nulla da rimproverare ai miei giocatori, anche se è chiaro che con rotazioni ridotte serviva una partita perfetta e questa non l’abbiamo fatta».
Vero è, però, che dopo avere faticato assai nei primi 10 minuti, Forlì sembrava avere indirizzato la gara dalla sua. «Sì e in quel momento i tiri liberi sbagliati hanno permesso a Nardò di rientrare e nel finale abbiamo avuto poca energia con 3 elementi che hanno giocato oltre 35’ e noi, invece, siamo abituati a ruotare a 9 spremendoci sempre tanto in campo distribuendo le responsabilità e questa volta non ci è stato possibile farlo».

Dispiaciuto, certo, ma Martino lo vuole dire forte e chiaro: «Nessun dramma, torneremo in palestra per preparare al meglio la trasferta di Ferrara cercando di lavorare sugli errori, e stavolta ce ne sono stati diversi, e proseguire col nostro percorso senza farci condizionare da questo risultato così come non ci siamo fatti condizionare dalle vittorie precedenti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui