Basket A2, le immagini di Unieuro-Stella Azzurra 72-75

UNIEURO FORLÌ 72
STELLA AZZURRA 75
UNIEURO Giachetti 13 (2/4, 1/3), Benvenuti (0/2), Bruttini 2 (1/4), Natali 5 (2/3, 0/2), Carroll 16 (2/8, 2/4), Hayes 9 (2/8, 0/2), Bolpin 7 (1/2 da tre), Palumbo 2 (1/3), Pullazi 18 (3/5, 2/5), Ndour, Serra e Bandini ne. All.: Dell’Agnello.

STELLA AZZURRA Raspino 4 (2/6, 0/2), Jackson 23 (1/5, 7/14), Nikolic 7 (2/4, 1/4), Barbante 11 (3/7 da tre), Ndzie ne, Menalo 2 (0/2, 0/1), Visintin 12 (4/5, 1/4), Biar 2 (1/1), Ghirlanda ne, Marcius 8 (3/5), Pugliatti (0/1 da tre), Innocenti 6 (3/3). All.: D’Arcangeli.

ARBITRI Puccini, Pellicani, De Biase.

PARZIALI 17-13, 34-35, 53-52.

TIRI LIBERI Unieuro 28/32, Stella Azzurra 7/16.

TIRI DA TRE Unieuro 6/18, Stella Azzurra 12/33.

NOTE spettatori 1.327, uscito per cinque falli Nikolic.


Brutta sconfitta per una brutta Unieuro. Dopo le prime due uscite nelle quali a brillare era stato l’attacco, i biancorossi steccano proprio nella metà campo offensiva venendo meno sia nella coralità del gioco sia in troppi suoi interpreti, Hayes su tutti. Festeggia con merito una Stella Azzurra trascinata da un “Josh” Jackson “ex” sorridente ma velenosissimo e da un Visintin 17enne solo per la carta d’identità.
Affanno continuo e senza lieto fine per i biancorossi e applausi per Roma presentatasi, tra l’altro, in condizioni precarie: out Rullo per una sublussazione alla spalla, Marcius inserito solo dal secondo periodo e fisicamente debilitato. Di tutto questo Forlì non ha approfittato, vivendo di pochissime fiammate e aggrappandosi quasi esclusivamente a Pullazi, a qualche invenzione di Giachetti e ai tiri liberi. Evidente non bastasse e non è bastato.
Scesi in campo con una t-shirt “Team Franco” per stringersi attorno a Flan gravemente infortunatosi venerdì, i padroni di casa partono al rallenty al cospetto di un quintetto altissimo dei capitolini che sarà un rebus irrisolto sino a fine gara. Serve Giachetti, in campo al 4′ per uno spento Palumbo, a dare la spinta, ma la Stella tiene la guida sino al 7-11 per poi essere punita da un 10-0 chiuso da Natali che illude al 9’30” i romagnoli (17-11). Si riparte, infatti, con Jackson “mano calda” e un perentorio 16-2 che issa i romani sul 19-29 del 15′. Forlì ha le idee confuse, ma trova un’ancora di salvezza in Pullazi prima e in Giachetti poi. Il capitano, da solo, riacciuffa la Stella nell’ultimo minuto: dal 27-35 al 34-35 con il quale si va al riposo.
L’Unieuro, tra l’altro, riparte con energia, Pullazi e Bruttini mettono la freccia sul 38-35, ma Roma non demorde e risponde con Jackson e Visintin ribaltando il copione: 41-45 al 26′.
È in questo momento che l’Unieuro ha un sussulto con Bolpin, Natali e Giachetti e tocca il 53-48 al 29’16”, ma poi regala 4 punti agli ospiti risollevandoli dalle corde prima della terza sirena.
Colpa fatale, perché la Stella ringrazia e si riporta avanti con la tripla di Barbante (55-57). Dopo il nulla in 34′, Hayes si sveglia con il primo canestro a 6′ dal gong, ma Visintin respinge, Jackson e Nikolic dalla lunga allungano (62-68 a -1’56”). L’Unieuro vive di liberi e resta in scia sino al 3/3 di Carroll per il 71-73 a -21”. È qui che la gara sfuma: Barbante getta al vento la rimessa, ma Hayes fallisce l’aggancio in entrata, Pullazi cattura il rimbalzo, ma non trova il fallo e deve fermare Barbante a -5”: 2/2 dalla linea. Resta un’ultima chance a 2” dalla fine sullo 0/2 di Marcius, ma Giachetti non fa in tempo a lanciare la preghiera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui