Basket A2, l’Unieuro lancia il progetto “Best Fan Ever”

In piena pandemia, tra le società che si inegnano per colorare il palasport c’è anche l’Unieuro. Il club biancorosso lancia una iniziativa con la voglia di strappare un sorriso. E al tempo stesso quella di fare sentire i tifosi vicini alla squadra. A questo, si aggiunge la possibilità di garantirsi la prelazione sull’acquisto dei biglietti per le partite all’Unieuro Arena, quando sarà possibile entrare in numero contingentato: “Best Fan Ever” è il progetto pensato dalla Pallacanestro 2.015 per portare i tifosi al palazzetto, seppur al momento in maniera simbolica e differente. Chi aderisce all’iniziativa (3 pacchetti disponibili, le regole consultabili a questo link https://www.pallacanestroforli2015.it/best-fan-ever/) avrà la sua sagoma che verrà posizionata all’interno dell’Unieuro Arena, la t-shirt esclusiva e, come detto, la prelazione sulla biglietteria.

Questa mattina c’è stata la conferenza stampa di presentazione del progetto. Tra gli altri, il presidente Giancarlo Nicosanti ha posto l’attenzione sulla finalità dell’iniziativa: “È un progetto pensato per cercare di avvicinare le persone in un momento nel quale bisogna stare distanziati: mi rendo conto sia un paradosso, ma come Società abbiamo il desiderio di sentire, seppur in maniera differente, il calore della nostra gente”. Il Presidente si è soffermato anche sull’aspetto economico: “Iniziative come questo ci aiutano dal punto di vista economico, visto che il peso che grava sulla Fondazione è rilevante ma cercheremo di trovare una soluzione, come sempre. Detto questo, voglio ringraziare già i tifosi che hanno aderito ed aderiranno, perché un aiuto di questo tipo è veramente importante per noi”.

Al tavolo dei relatori, anche il GM Renato Pasquali: “In un anno così complicato, come società abbiamo agito con l’obiettivo di tenere vivo l’entusiasmo dei tifosi: non potendoli avere al palazzetto, ci siamo mossi per andare noi nelle loro case, garantendo la diretta Tv delle partite. Ora lanciamo questo nuovo progetto, per cercare di interagire ulteriormente con i nostri appassionati. Sappiamo quanto la gente di Forlì viva da vicino il nostro sport e la nostra Società e sono sicuro che, ancora una volta, le persone ci seguiranno in questa iniziativa”.

A presentare il progetto, il responsabile marketing Andrea Balestri: “Il progetto, nella sua novità, fa parte di un percorso cominciato lo scorso anno, quando abbiamo realizzato le sagome dei giocatori e le abbiamo consegnate ad alcuni nostri #Partner. Ora ci siamo allargati, dedicando tutto questo ai nostri tifosi. Vogliamo che sia un modo per tornare a sorridere, con l’idea di potere rivivere la normalità, per quel che è possibile: la normalità, per noi, è avere 4000 persone al palazzetto e farle sentire a casa loro. Ci sono novità, ma è presto per svelarle tutte, e lavoriamo ogni giorno per provare a strappare un sorriso, divertirci e coinvolgere le persone”.

Alla conferenza era presente anche coach Dell’Agnello: “Se posso fare una battuta, mi sento un po’ solo durante le partite, perché quando ci sono i nostri tifosi ho con me migliaia di allenatori che mi consigliano chi mettere, chi togliere e se fare zona o uomo. Sorrisi a parte, spero che davvero queste sagome vengano sostituite il prima possibile dai nostri tifosi perché per noi la spinta motivazionale e l’entusiasmo che ci trasmettono quando giochiamo in casa rendono tutta un’altra atmosfera”.

Jacopo Giachetti, il capitano, ha parlato a nome dei compagni: “Ci dispiace non avere i nostri tifosi al palazzetto, visto anche come sta andando la stagione e vista la carica che ci trasmettono con i cori ed il loro entusiasmo. Giocare qui è davvero unico per il clima che si respira e, proprio per questo, mi auguro che la gente possa tornare presto. Da parte nostra, lavoriamo ogni giorno per regalare loro gioie e sorrisi, sapendo che sono sempre al nostro fianco e ci seguono da casa con tanta passione”.

Presente anche Aristide Landi: “È una bella iniziativa, e mi manca non potere vivere il privilegio di giocare con la gente presente. Per un giocatore, non ci sono tanti altri posti come questo: in tanti mi scrivono sui social e mi fanno sentire la loro vicinanza… sarebbe davvero bellissimo potere tornare alla normalità”.

In conclusione, ancora il presidente ha parlato della speranza di potere vedere gente all’Unieuro Arena: “Sarebbe bello giocare il più possibile, anche fino a giugno inoltrato. Da un lato vorrebbe dire che la nostra stagione è stata decisamente positiva in termini di risultati e, dall’altro, speriamo che le cose possano migliorare e che si siano create le condizioni per avere un numero di persone al palazzetto: sarebbe davvero bellissimo”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui