Esordio a due facce per l’Unieuro, ma quella che conta è sempre la faccia con cui si esce dal palasport e, allora, Forlì s’è tenuta il volto migliore e sorridente per la fine. I biancorossi battono la Top Secret Ferrara 79-68 dopo un primo tempo nel quale gli estensi sembravano volare e i romagnoli muoversi al rallentatore. Risultato: la squadra di Spiro Leka fa ciò che vuole, e bene, in attacco e con Hasbrouck ispiratissimo e i giovani Filoni e Zampini autori di 14 punti, è 34-8 all’intervallo.L’Unieuro sembra spenta, eppure nel secondo tempo cambia tutto e in fretta. Dell’Agnello chiede a Giachetti e Bruttini gli straordinari e i due lo ripagano con gli interessi. Sale di tono anche Roderick e al 25’44” è già -4 (50-54). Il sorpasso arriva dopo varie occasioni fallite a 4’16” dal gong con la tripla di Landi (65-63), ma da quel momento Ferrara è in ginocchio (2 punti nei primi 7’20” del quarto periodo) e Forlì chiude in scioltezza.

Argomenti:

ferrara

Unieuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *