Basket A2, l’ex Trovato: “L’OraSì merita solo dei complimenti”

Sulle ali dell’entusiasmo l’OraSì si prepara per l’insidiosa trasferta di Frosinone sul parquet della Stella Azzurra Roma. L’ex più illustre non sarà in campo ma in tribuna. Julio Trovato, dopo i tre anni trascorsi a Ravenna, ha iniziato un nuovo percorso della sua carriera di dirigente come giemme dei capitolini.
«La nostra è una squadra molto diversa da quelle che sono le altre realtà del campionato – attacca Trovato – e pur avendo l’obiettivo salvezza, il nostro intento primario è quello di far maturare i tanti giovani. Detto questo, abbiamo anche cercato di fare una squadra con qualche senior in più rispetto agli altri anni perché così ci permetteva uno scontro junior-senior durante la settimana e non solo nel week-end».
Il bilancio di Trovato finora è positivo. «Lo dicono i risultati, ci siamo sempre giocati fino all’ultimo tutte le partite anche se c’è il rammarico per avere perso con Cento una partita ormai vinta e a Chiusi dove siamo stati sfortunati con gli infortuni di Rullo (campionato finito, ndr) e Jackson che continua nelle terapie ma è in dubbio per domenica».
Due assenze importanti che non trovano insensibile la società pure con un mercato in questo momento asfittico. «Non escludo nulla e ci stiamo guardando intorno, ma al momento non vedo una soluzione a questa problematica per cui escludo che da qui a domenica possa cambiare qualcosa nel nostro organico».
Così la Stella Azzurra si prepara ad affrontare Ravenna nel palazzetto di Frosinone tentando con iniziative collaterali di coinvolgere il pubblico locale attorno alla squadra. «Giocare lontano da casa ci penalizza tantissimo considerando anche che questa società dopo le collaborazioni con Roseto e Veroli è alla sua seconda stagione in A2: l’altro anno abbiamo giocato a porte chiuse e quest’anno siamo a Frosinone per cui stiamo lavorando per conquistarci la tifoseria e abbiamo avviato diverse attività anche se la cosa non è per nulla facile, in ogni caso speriamo anche di ritornare a Roma pure intuendo che i tempi non saranno brevi».
Ravenna ha iniziato molto bene il campionato ma il rendimento dei giallorossi non lo sorprende affatto. «Il presidente lo scorso anno ci aveva chiesto un programma biennale per vincere il campionato, quindi al di là di quello che è cambiato nella sua programmazione, le basi c’erano e si vede da come la squadra sta in campo. Lotesoriere sta facendo un grandissimo lavoro per cui non c’è altro che formulare i complimenti a Ravenna per i risultati che sta ottenendo aggiungendo che sono molto contento per la società. A Ravenna sono stato molto bene, credo che domenica sarò un po’ emozionato e probabilmente lo sarò di più nel ritorno a Ravenna».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui