Basket A2, Hayes si presenta all’Unieuro: “Carico per questa nuova sfida”

Leader concentrato, sorridente ed al servizio dei compagni. Kenny Hayes lo ha dimostrato in questo primo mese a Forlì, e lo ha ribadito nella conferenza stampa della sua presentazione, che si è tenuta questa mattina presso la sede di Edil Esterni, all’interno del progetto #CasaPartner.

A presentare Kenny, il Presidente della Pallacanestro 2.015 Giancarlo Nicosanti: “In estate, abbiamo scelto Kenny perché, oltre alle qualità individuali, cercavamo un giocatore che permettesse ai compagni di diventare più forti e alzare il loro livello. Lui ha queste caratteristiche, e il primo mese di allenamenti ce lo ha confermato, dal momento che si è messo subito al servizio della squadra con grande umiltà: penso che sia l’atteggiamento giusto di un giocatore che può essere il leader durante gli allenamenti e durante le partite, contribuendo a fare in modo che la squadra mantenga il livello più alto possibile, per il periodo più lungo possibile”.

Parola poi a Kenny: “Ringrazio la Società che ha creduto in me, e sono carico per questa nuova sfida della mia carriera. Siamo una bella squadra, fatta da giocatori di grande personalità, e tra di noi si sta creando un bell’amalgama: nello spogliatoio scherziamo e ci divertiamo, ma durante gli allenamenti lavoriamo duro per cercare di migliorare e crescere da qui in avanti”

Dicevamo, la leadership. Che si vede anche dai dettagli che fanno la differenza, perché… “Appena sono arrivato, ho chiesto i filmati di come giocava Forlì l’anno scorso e di come giocano i miei compagni che non erano qui: per me è come fare i compiti a casa… Li ho studiati per conoscerli meglio, e per cercare di riportare sul campo quello che ho visto, con l’obiettivo di adattare anche il mio gioco sulla base delle loro caratteristiche”.

Non solo basket… Fuori dal campo, Kenny è un papà innamorato delle sue bimbe: “Ho tre figlie e appena riesco faccio in modo di essere in contatto con loro, dedicandogli il mio tempo con telefonate e chat. Per il resto, sono un ragazzo molto tranquillo, ma più di ogni altra cosa mi sento un papà”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui