Basket A2 donne, niente finale di Coppa per la E-Work

E-WORK FAENZA-DELSER UDINE: 53-58

E-WORK Franceschelli 4, Morsiani 20, Ballardini 5, Vente 10, Porcu 3, Soglia 5, Meschi 2, Cappellotto 4. All.: Bassi.

UDINE Peresson 26, Sturma 2, Scarsi 3, Pontoni 2, Cvijanovic 11, Buttazzoni ne, Blasigh, Braida ne, Turel 3, Lizzi 1, Da Pozzo 6, Milani 4. All.: Matassini.

arbitri Consonni e Biondi.

parziali 10-13, 20-29, 37-42.

Si ferma in semifinale l’avventura della E-Work nella final eight di coppa Italia. La squadra manfreda, senza coach in panchina e priva di Schwienbacher e Caccoli, ha lottato strenuamente contro Udine, risalendo più volte nel punteggio e addirittura chiudendo con qualche rimpianto.

Va male Faenza in avvio, sotto 11-0 dopo 5’34”, con Morsiani che interrompe il lungo black-out offensivo. Il -3 alla fine del primo quarto è già un risultato importante per la E-Work ma l’inizio del secondo periodo è esattamente lo stesso del primo: Faenza non trova la via del canestro per oltre 6 minuti e quando Franceschelli mette la palla in retina, Udine è avanti 23-13. Peresson è un rebus difficile da risolvere per le ragazze guidate da Bassi: due triple del top scorer del match aggiornano il massimo vantaggio delle friulane sul 29-15. Piccolo break di Faenza poco prima del riposo e partita ancora tutta da giocare.

Questa volta la E-Work comincia bene la ripresa, Cappellotto e Franceschelli braccano Udine (29-26) che riprova l’allungo ma al suono della terza sirena è solo +5 (42-37). Peresson fa malissimo in avvio dell’ultimo periodo (50-39), qui però l’attacco di Udine si sblocca di colpo e prima due liberi di Vente, poi Morsiani tengono a -3 Faenza a 2’ dalla fine. La E-Work però comincia la sagra delle occasioni sprecate: quattro errori, due palle perse e non basta l’ultimo acuto di Vente perchè Peresson la chiude dalla lunetta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui