Basket A2, Denegri: “Difesa e gruppo le armi dell’OraSì”

Con coraggio e senza paura ovunque, e anche capace di trasmettere grandi quantità di adrenalina ai propri tifosi, l’OraSì ha conquistato la seconda vittoria in terra ferrarese te dopo tre giornate si ritrova meritatamente in testa alla classifica del girone rosso di A2.

Difesa chiave

Prima di avventurarsi nella prossima sfida che vedrà la matricola Nardò salire al Pala De André, va valorizzato il colpaccio effettuato a Ferrara contro una squadra che, sia pur incompleta, ha saputo rimanere in partita fino a poco più di un minuto dal termine (82-82 al 38’34”) per poi inchinarsi davanti a un parziale di 11-0 che ha chiuso la contesa. Davide Denegri, 14 punti con 4/6 al tiro e 5/6 ai liberi racconta la serata trionfale all’Mf Palace. «Sicuramente siamo partiti male lasciando loro troppo spazio e tante conclusioni da tre punti, ma dopo l’intervallo abbiamo messo a posto l’aspetto difensivo facendo passare la partita dalla nostra parte fino al break finale che ci ha permesso di aggiudicarci una sfida ancora totalmente in bilico. La chiave della vittoria? Siamo stati bravi, secondo me, a fare nell’ultimo minuto e mezzo quelle tre, quattro difese determinanti che hanno indirizzato il risultato dalla nostra parte con Ale (Simioni ndr) a segnare un paio di canestri decisivi».

La forza del gruppo

I sei giocatori in doppia cifra confermano la forza del collettivo, con Denegri, Oxilia, Simioni e Tilghman a rappresentare le “sorprese” più liete di questo avvio di stagione. «Per quanto riguarda noi confermati, stiamo cercando di dare sempre una mano alla squadra, ovviamente ognuno con le proprie caratteristiche e siccome penso ci venga chiesta affidabilità, cerchiamo di essere sempre solidi e pronti a dare il nostro contributo. È indubbio che al momento il collettivo sta funzionando bene, come testimoniano anche le cifre, ma occorre continuare così e visto che verranno sicuramente anche dei momenti meno felici dovremo essere bravi anche in quei frangenti a conservare questa unità d’intenti che ora dopo tre vittorie è più facile mostrare».

Piedi per terra

Un presente dunque in cui regna entusiasmo nel gruppo e fra i tifosi, che dopo i brividi della scorsa estate cominciano ora a sognare qualcosa di più di una semplice salvezza. «Confesso che al momento non saprei cosa promettere loro – risponde Denegri – se non che siamo una squadra molto giovane, alla quale le vittorie non devono farci montare la testa, ma solamente darci fiducia in quello che stiamo facendo. Sono tante ancora le cose da mettere a posto e abbiamo tanto potenziale da esplorare però direi che è presto, secondo me, per lanciare messaggi o fare proclami perché il campionato è appena iniziato e dobbiamo tenere i piedi per terra limitandoci per ora ad invitare i nostri tifosi a seguirci in buon numero fin da domenica prossima perché il loro sostegno sarà sempre prezioso».

A2 GIRONE ROSSO

Unieuro, Flanoperato al tendined’Achille lesionato

Domenica tutta la squadra gli ha reso omaggio scendendo in campo per la presentazione con una sopramaglia recante la scritta “Team Franco”, ma ieri per il 19enne biancorosso Franco Flan è iniziato il lungo percorso che lo riporterà a vestire la canotta dell’Unieuro, auspicabilmente il prima possibile. Il play si è, infatti, sottoposto all’intervento chirurgico al tendine di Achille lesionato: operazione di tenoraffia eseguita da Mirco Lo Presti, medico ortopedico della Pallacanestro 2.015 alla clinica universitaria del “Rizzoli” di Bologna diretta dal professor Stefano Zaffagnini. Flan è già stato dimesso e inizierà al più presto la fase di fisioterapia per il recupero funzionale. Il ritorno all’attività sportiva è previsto attorno ai sei mesi. E.P.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui