Basket A2, Dell’Agnello: “Forlì lucida fino alla vittoria”

Vincere una partita in questo momento della stagione vale doppio, farlo contro un’avversaria che “mette le mani addosso” come poche altre quest’anno, conta ancora di più e coach Dell’Agnello lo ammette. «Devo fare i complimenti a Roma, è stata una gara difficile per la pressione a tutto campo lunga 30’ che è riuscita a fare e che abbiamo sofferto perdendo 19 palloni che obiettivamente sono troppi. Mancava Palumbo, il nostro miglior trattatore di palla, e potevamo soffrire di meno, ma anche noi abbiamo fatto buone difese e giocate importanti». Vero, anche in difesa con la zona (2-3 alternata a 3-2) schierata a metà terzo periodo. «L’avevamo preparata e prevista e ci ha dato una grossa mano a cambiare il ritmo del match, poi nel finale siamo stati lucidi e non era semplice costruire buoni tiri davanti ai loro cambi difensivi. Tutti hanno apportato il proprio mattone ed avere trovato sempre il tiro giusto è un merito dei ragazzi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui