Basket A2, Daniele Cinciarini e l’addio all’OraSì: “Grazie per due anni eccezionali”

Daniele Cinciarini parla ormai da ex capitano. Il leader dell’OraSì nelle ultime due stagioni sta per cominciare una nuova avventura. «Sono state due annate eccezionali, per tanti motivi – sottolinea Cinciarini – nella prima abbiamo avuto il problema della pandemia, del lockdown, tanti infortuni ma nonostante questo siamo riusciti a portare a garacinque quella Tortona che ha poi fatto il salto di categoria nella massima serie. Ancora più importante quanto abbiamo fatto quest’anno. Con un budget più ridotto, ma con il lavoro del nostro precedente allenatore, Massimo Cancellieri, che ha reso ancora più pronti quei giocatori come Simioni, Denegri e Oxilia, soprattutto dal punto di vista mentale, e quello di Alessandro Lotesoriere che già conoscevo che ha reso un corpo unico la squadra con ogni giocatore pronto ad aiutare il proprio compagno».

Si parla spesso di alchimia ma a Ravenna è proprio il caso di usare questa parola. «Vero, gli americani si sono inseriti benissimo, così come gli altri nuovi giocatori, fino ad arrivare agli under che hanno sempre portato il proprio contributo anche in allenamento».

Ora spazio ai ringraziamenti. «Queste due annate rimarranno indimenticabili per la qualità di tutto l’ambiente e voglio ringraziare i nostri tifosi che ci hanno sempre seguito nella buona e nella cattiva sorte, sempre vicini e positivi, tutti veramente speciali».

Cinciarini spiega infine così l’addio a Ravenna. «L’ulteriore riduzione del budget ha reso più incerto il futuro – conclude l’ex capitano – e per quanto mi riguarda, credo di avere ancora molto da dare, non tanto in quantità ma in qualità. Per questo ho accettato un’offerta per me importante ma che non mi allontanerà da Ravenna e veramente tra poco tempo sarò di nuovo qui, sia in Supercoppa che in campionato».

Bogliardi, Musso e Seck gli obiettivi, in uscita Gazzotti

Pur con mille difficoltà, il Basket Ravenna ha messo in cassaforte l’iscrizione alla A2 ed è pronto per la prossima sfida: allestire l’organico per la prossima stagione. «Oltre a quella dell’iscrizione – sottolinea il dg Giorgio Bottaro – la certezza che abbiamo è il fatto che giocheremo con sette senior e tre under per ridurre al massimo i costi (63 mila euro di parametri federali sull’utilizzo degli over, ndr) in un organico che sarà rinnovato e ringiovanito (un nome per gli under è Matteo Bogliardi, 2002, guardia con mani da play, a Treviglio nella scorsa stagione ndr). Stiamo valutando quattro cinque giocatori per individuare gli elementi giusti che facciano da chioccia, a prescindere dal ruolo, in vista della conferma degli under 19 che già ruotavano attorno alla prima squadra. Veniamo da una stagione irripetibile con tanti nostri elementi appetibili da squadre importanti e anche Gazzotti credo sia destinato a piazze di qualità, mentre per Oxilia valuteremo con il giocatore e il suo procuratore».

Oltre all’approdo di Simioni a Treviso e di Denegri a Cremona, l’addio più eclatante è quello dell’ormai ex capitano Cinciarini che sta per raggiungere Martino a Forlì, mentre sul fronte arrivi si parla anche di Musso come chioccia e Seck come cavallo di ritorno. «Il primo passo sarà mettere nero su bianco la conferma di Lotesoriere con cui c’è però già stata stretta di mano e abbraccio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui