Basket A2, coach Bassi: “Per Chiusi sarà dura contro l’OraSì”

Un vero e proprio spareggio salvezza quello che attende domani l’OraSì all’Estra Forum di Chiusi. Ci sono molte analogie fra le due contendenti a cominciare dai rispettivi coach che sono stati l’anno scorso sicuramente i migliori allenatori esordienti della categoria raccogliendo entrambi grandi soddisfazioni per poi presentarsi a questa stagione con una situazione molto simile per quello che concerne la costruzione della propria squadra che se per Ravenna è stata completamente rinnovata per Chiusi è variata per nove dodicesimi:

«Non era certamente nelle nostre intenzioni – attacca coach Giovanni Bassi – cambiare così tanto, purtroppo quasi tutti i ragazzi hanno deciso di fare nuove esperienze e ci siamo trovati con i soli Medford, Raffaelli e Possamai disponibili per cui non abbiamo potuto dare continuità al lavoro intrapreso nello scorso campionato».

Ecco dunque spiegato il percorso tutto in salita della squadra toscana peraltro analogo a quello ravennate anche se entrambe le squadre, alla luce delle ultime prestazioni, hanno mostrato confortanti progressi.

«È normale quando si rinnova così tanto – spiega il tecnico – avere delle difficoltà iniziali anche se speravamo di non subire le cinque sconfitte consecutive incassate però la realtà è stata questa fino alla vittoria in rimonta su Rimini. Un successo che ci conforta vedendo come i ragazzi lavorano in palestra dove danno tutto quello che hanno in ogni seduta di allenamento che propongo».

La società, comunque, considerando le difficoltà incontrate ha pensato di correre ai ripari ingaggiando Raucci e un nuovo straniero, Utomi, per fornire maggiore esperienza e fisicità al roster a disposizione del coach. «Ringrazio la società per questo ulteriore sforzo perché sicuramente saranno in grado di darci una grossa mano. Raucci in verità già da qualche tempo si allena con noi ma avrà bisogno ancora di un po’ di tempo per tornare in forma mentre per quanto riguarda Daniel (Utomi, ndr) stiamo valutando se sarà in grado di scendere in campo già da domani».

In un match che si disputerà alle 16 per esigenze televisive e che varrà doppio per entrambe le contendenti: «Lo sappiamo bene per cui cercheremo di rimanere concentrati nell’attuare quello su cui abbiamo lavorato finora. Siamo consapevoli che sarà una partita emotivamente difficile per entrambe, ma giocando in casa contiamo anche sull’apporto del pubblico».

Ci sarà infine il face to face con Musso che sarà l’ex in campo con la maglia di Ravenna dopo lo stupendo campionato giocato l’anno scorso con i toscani: «Bernardo è un amico prima di essere stato un mio giocatore che ha dato tutto se stesso nella sua esperienza a Chiusi per cui lo rivedrò con molto piacere anche se dal punto di vista tecnico sono certo ci darà grossi problemi perché è un giocatore talmente di alto livello che sarà in grado con le sue qualità di aggirare tutti gli accorgimenti che adotteremo per limitarlo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui