Basket A2, Cinciarini con fiducia: “OraSì a Udine in grande salute”

La vendetta, anche quella sportiva, si sa, è un piatto che va gustato freddo. L’OraSì sale questa sera a Udine nella seconda sfida stagionale contro i bianconeri di coach Boniciolli per quello che sarà il decimo atto tra le due squadre, otto in campionato con un bilancio in perfetta parità (4-4) e quello di cinque settimane fa a Roseto in Coppa (69-88).


Altissimo profilo

Sarà una partita d’altissimo profilo, con un successo esterno che ai romagnoli manca dal 2 ottobre 2016, proprio all’esordio delle due squadre in questa categoria. Da allora solo amarezze, anche piuttosto nette. Oggi però questo divario potrebbe assottigliarsi visto lo stato di forma psico-fisica di capitan Cinciarini e compagni, contro una squadra molto completa in ogni reparto e che fa di aggressività e alti ritmi il proprio marchio di fabbrica, con giocatori navigati a queste latitudini come Nazzareno Italiano. «L’OraSì è in grande salute e questo è l’aspetto più importante in vista della gara di oggi – sottolinea il “Cincia” – Veniamo da un test probante vinto con Torino, contro una squadra costruita per andare su e che doveva dirci a che punto eravamo, avendo già affrontato anche Scafati e Forlì, anche perchè da qui in avanti saranno tutte partite dall’altissimo coefficiente di difficoltà tecnica-atletica-tattica. Venerdì scorso le chiavi della vittoria sono state la nostra disponibilità a passarci la palla, portare tanti giocatori in doppia cifra, senza dare quindi punti di riferimento agli avversari, mentre siamo stati coriacei in difesa, tenendoli sotto le loro medie stagionali quando vincono».


Non c’è due senza tre

Il capitano dalle bande giallorosse mette così sotto la lente la partita che, se vinta, vorrebbe dire terzo posto matematico in vista delle sfide promozione e allungare la striscia dopo i successi su Forlì e appunto Torino. «Prosegue dunque la serie di avversarie che hanno obiettivi importanti, probabilmente stavolta contro la squadra più temibile di entrambi i gironi. E’ una squadra molto lunga a livello di giocatori, che possono essere schierati mantenendo una qualità altissima, solida, ottimamente allenata da un tecnico che conosco bene come Matteo Boniciolli, molto preparato. Soprattutto in casa è abituata a dare il meglio di sé. Con queste premesse inutile dire le difficoltà che ci si presenteranno ma dobbiamo cimentarci con queste squadre per continuare a testare noi stessi e come preparazione in vista dei play-off che saranno ancora più duri. Boniciolli può contare su dieci-giocatori-dieci che possono partire tutti titolari e ancora di più tolgono punti di riferimento a coloro che affrontano. Noi saliamo come sempre per dare il massimo con lo spirito di chi ha già in mente la terza fase, sapendo che lucidità e solidità saranno ancora una volta le chiavi così come il supporto di tutti».


Lunedì Treviglio

E’ attiva fino a domani la prevendita dei biglietti per la gara della Liberazione, lunedì alle 19 a Faenza contro Treviglio. Come accaduto contro Torino è previsto il pullman gratuito per gli abbonati con partenza alle 17.30 dal Caffé della Lirica.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui