Basket A2, Bonacini aspetta l’OraSì: «Ora Mantova sta davvero bene»

Tutto è pronto in serie A2 per l’inizio della seconda fase e l’OraSì Ravenna, inserita nel girone Azzurro con altre cinque pretendenti ai play-off, è chiamata a dimostrare quanto di buono ha fatto in stagione per aggiudicarsi uno dei quattro posti disponibili.

La prima tappa sarà domani a Mantova, dove gioca l’ormai romagnolo di adozione, come ama definirsi lui stesso, Davide Bonacini, residente a Forlì nonchè ex capitano e beniamino dei tifosi Unieuro. «Stiamo attraversando un buon periodo – racconta – come testimoniano le nostre due ultime uscite e ci sentiamo molto carichi e in fiducia nell’affrontare non solo Ravenna ma anche le altre squadre del girone».

Il play, che ricorda di aver giocato a 17 anni a Fidenza con Marco Venuto, fra poi un rapido bilancio della prima parte di stagione. «Finora è stato un campionato un po’ strano, per cui è difficile fare valutazioni precise. Sicuramente siamo consapevoli di essere una buona, se non ottima, squadra che come tutte ha attraversato momenti positivi e negativi dovuti al Covid, ma il primo obiettivo che era quello di salvarci l’abbiamo raggiunto ed ora possiamo pensare anche a divertirci puntando con molta fiducia ai play-off».

Cercando di iniziare nel migliore dei modi vincendo la gara d’esordio con l’OraSì, sulla quale spende parole al miele. «Sappiamo che i nostri avversari sono un giusto mix fra gioventù ed esperienza, sono in ottima forma e sono allenati molto bene, per cui nel nostro girone li reputo come la compagine più temibile ed attrezzata. Detto ciò è difficile fare previsioni perché in questa fase le partite si vincono più col cuore che con la tattica e la tecnica per cui mi aspetto una sfida vera, da uomini duri e determinati, e noi sotto questo aspetto siamo assolutamente pronti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui