Basket A1 donne, la E-Work non può sbagliare con le Lupe

La sera della verità. Reduce da sei sconfitte consecutive, la E-Work è arrivata a un bivio. Al Bubani (ore 20.30) ecco le Lupe di San Martino, che a loro volta stanno rendendo meno delle attese (sono comunque settime e in serie positiva da tre turni lontano da casa) e proveranno a sbranare le romagnole. Ma se davvero vogliono tenere alta l’asticella, senza limitarsi a un’anonima salvezza, le ragazze di Simona Ballardini non possono commettere ulteriori passi falsi.

Puntare ai play-off o accontentarsi di tenere a bada Crema, Brescia, Valdarno e Lucca? La vittoria contro le Lupe rilancerebbe la prima opportunità, un’altra sconfitta condannerebbe probabilmente la E-Work alla seconda alternativa.

«San Martino è una squadra completa e assortita – dice coach Ballardini – e come Campobasso o Sassari punta giocoforza ai play-off. È molto aggressiva e ben allenata, Lollo Serventi è una certezza. Ha esterne agguerrite e pericolose in penetrazione e lunghe che tirano da fuori. Noi dovremo fare la nostra partita, credendo veramente nel successo».

Le venete fanno leva sull’asse Washington-Dedic, corroborato da un ottimo plotone di italiane come Milazzo, Verona, Pastrello, Russo, ma sono piuttosto incostanti (clamoroso il -44 casalingo con Crema). Faenza saprà approfittarne? «Dipende da noi, il nostro problema si chiama mentalità. Dobbiamo mettere in campo più faccia tosta e meno paura. Le ragazze sono troppo buone, ogni tanto mi piacerebbe sentire qualche urlaccio. Bisogna liberarsi dal timore reverenziale nei confronti delle avversarie più forti».

Insomma, Ballardini vorrebbe vedere in campo cinque Ballardini, quando giocava. «Mi rendo conto che la mentalità di una squadra va costruita, ma ormai è da un po’ che stiamo assieme. È ora di cominciare a raccogliere i frutti del nostro lavoro».

Faenza deve ritrovare la miglior Davis, in calo nelle ultime uscite e puntare su “The Brave” Hinriksdottir, Mvp manfreda a casa Geas e con caratteristiche adatte a mettere in difficoltà le giallonere di Serventi. Nella scorsa stagione, San Martino si impose in casa 64-54 a Santo Stefano, le romagnole trionfarono al Bubani 69-66 in una gara decisa nell’ultimo minuto. Ex di turno Jori Davis e Bea Baldi. Nel rush finale del girone d’andata, la E-Work sarà a Crema (domenica 18) e ospiterà Lucca (mercoledì 21): due partite dove la vittoria è obbligata. Stasera è fortemente consigliata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui