Basket A1 donne, la E-Work batte Lucca e completa l’opera

E-WORK FAENZA 72

LE MURA LUCCA 66

E-WORK Franceschelli 6 (1/2, 1/1), Cupido 8 (2/4, 1/4), Kunaiyi-Akpanah 11 (4/10), Moroni 4 (0/3, 1/6), Policari 21 (5/9, 2/4), Georgieva 2 (1/2), Hinriksdottir 13 (6/9, 0/6), Baldi 4 (2/5), Niedzwiedzka ne, Egwoh (0/1), Davis 3 (1/3 da tre). All.: Ballardini.

LUCCA Cappellotto ne, Treffers 8 (3/9, 0/1), Natali 19 (5/6, 2/3), Tulonen 2 (1/2, 0/3), Parmesani 11 (4/8), Bocchetti 8 (1/3, 2/3), Miccoli 6 (3/5, 0/2), Gilli 4 (0/1 da tre), Frustaci 2 (1/2, 0/1), Morrison 6 (3/8, 0/3). All.: Andreoli.

ARBITRI Boscolo, Frosolini, Pallaoro.

PARZIALI 16-11, 36-21, 51-44.

TIRI LIBERI E-Work 8/20, Lucca 12/15.

NOTE uscita per cinque falli Morrison.

FAENZA

La leonessa manfreda ruggisce ancora. La E-Work bissa il successo di Crema, superando al Bubani una fragile Lucca e regalandosi un Natale scevro di cattivi pensieri. Il solco tra le faentine e le ultime (Valdarno e Brescia) è ora di 6 punti, mentre l’ottavo posto non è poi così lontano.

Avvio contratto per entrambe, con errori e palle perse che si sprecano. Faenza domina a rimbalzo, ma non ha mira e Lucca avanza con Parmesani (6-9 al 6’). Le rotazioni di Ballardini portano energia alla E-Work, che però in attacco continua a faticare. Lucca fa peggio e Policari la punisce (16-11 al 10’). È sempre l’ala romana a tamponare la rimonta ospite e scavare il break decisivo (28-17 al 15’). Le toscane sono alle corde, il terzo fallo di Miccoli fa piovere sul bagnato e l’ennesima tripla di Policari pare una sentenza, suggellata da Kunaiyi-Akpanah (36-19 al 19’). C’era un tempo in cui le guardie americane facevano la differenza: all’intervallo zero punti per Davis (disastrosa e fuori partita) da una parte e Morrison dall’altra. La tripla dell’ottima Natali riporta Lucca a -7 (41-34 al 25’), risponde la solita Policari, ma si sveglia Morrison e Faenza va in black-out difensivo (46-42 al 28’). A far respirare la E-Work, imbrigliata dalla 3-2 lucchese, ci pensa Cupido, con una fiammata delle sue (51-44 al 30’). Arrivano buone cose anche da Hinriksdottir, così Faenza si riallontana (59-46 al 33’).

Lucca, carica di falli, sembra non averne più, ma le romagnole, dopo aver certificato il massimo vantaggio sul 64-46 al 34’, nel finale mollano consentendo alle ospiti di tornare, con tre triple in un amen, a -4 (70-66). Per fortuna della E-Work, all’ultima sirena mancano solo una ventina di secondi e ormai la vittoria non può sfuggire.

La classifica

Schio* 24, Bologna* e Venezia* 20, Sassari* e Geas* 18, Campobasso, San Martino di Lupari e Ragusa 14, Moncalieri 12, E-Work Faenza 8, Crema 6, Lucca 4, Brescia* e Valdarno 2 (* una partita in meno).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui