Basket A1 donne, Fermi: “La nuova E-Work mi soddisfa”

Tutte le donne del presidente. L’ingaggio di Elena Castello ha chiuso il mercato della E-Work Faenza.

Presidente Mario Fermi è soddisfatto della campagna acquisti?

«Direi proprio di sì. Avendo confermato 5 giocatrici ed essendoci mossi per tempo con le straniere, abbiamo incontrato qualche difficoltà solo con le nuove italiane. Ma avevamo le idee chiare e alla fine abbiamo preso tutte le giocatrici che volevamo, rispettando i parametrici tecnici suggeriti dall’allenatore e quelli economici suggeriti dal budget».

A proposito, qual è lo sforzo economico per sostenere la serie A1?

«I costi sono più o meno 2 volte e mezzo quelli della A2. Se prima si spendevano 150-160 mila euro, adesso siamo nell’ordine dei 360-380mila euro».

Castello ha occupato la dodicesima e ultima casella della rosa a disposizione di Sguaizer. È la conferma dell’addio di Ballardini?

«L’ultima parola spetta a Simona, aspettiamo che sia lei a renderlo ufficiale. È già pronta una carica dirigenziale importante, quella di team manager. Stiamo lavorando per individuare altre figure, sia dirigenziali che tecniche, per irrobustire la società, con un occhio di riguardo al settore giovanile. In prima squadra, oltre che da Cristina Bassi, il tecnico Sguaizer sarà affiancato da un secondo assistente (Enrico Valentini, ndr)».

Tra le operazioni di mercato, qual è quella che in entrata le è piaciuta di più. E, viceversa, in uscita quella che le è dispiaciuta di più?

«In entrata, senza nulla togliere alle altre, sicuramente il rientro di Alice Cappellotto, richiestissima in A1 e uno dei migliori prospetti italiani. Con San Lazzaro abbiamo fatto un ottimo accordo, che coinvolge anche Franceschini. Sara resta una nostra tesserata, ma giocherà in serie in B nel San Lazzaro. Per quanto riguarda le uscite, mi dispiace per tutte quelle che non saranno più con noi. Nessuna esclusa. I motivi delle separazioni sono tecnici».

Il campionato scatterà con l’opening day del 2 e 3 ottobre. Quando e dove comincerà la preparazione della E-Work?

«Ci raduneremo mercoledì 18 agosto. In avvio non avremo tutte le giocatrici a disposizione. Kunaiyi-Akpanah si riposerà un po’ dopo le Olimpiadi, Llorente ci raggiungerà il 20 o il 21. Staremo a Faenza o, visti i possibili lavori al Bubani, a Castel Bolognese. Stiamo organizzando le amichevoli: l’11 settembre alle ore 19 sfideremo le campionesse d’Italia della Reyer Venezia. Il 25 e 26 settembre saremo a Crema in un quadrangolare con le padrone di casa, la Geas e il Castelnuovo Scrivia».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui