Basket A1 donne, Fermi: “E-Work, è ora di tornare a vincere”

“Dai Diamanti non nasce niente…da Lardo, chissà”. Colpaccio della Passalacqua Ragusa, prossima avversaria della E-Work (sabato sera al Bubani), che ha ingaggiato il tecnico della Nazionale azzurra. Lino Lardo prende così il posto di Mirco Diamanti, dimessosi la settimana scorsa. Le siciliane sono in crisi profonda: solo sei punti in otto giornate per una squadra partita con grandi ambizioni sono poca cosa.

Presidente Fermi, il cambio sulla panchina di Ragusa non favorisce certo il compito alla sua E-Work, in una gara tutto sommato alla portata viste le difficoltà delle isolane. «Sotto questo aspetto non abbiamo tanta fortuna. L’anno scorso a Venezia arrivò coach Mazzon e subimmo un’ enorme scoppola al Pala Cattani e la stessa Ragusa, subito dopo l’addio di Tagliamento, ci rifilò una bella batosta in terra siciliana. Lardo è un allenatore bravo e prestigioso, le sue giocatrici avranno senz’altro una reazione positiva, ma noi dobbiamo provare a vincere».

Siamo quasi a un terzo della stagione, è presto per i bilanci, ma una prima valutazione si può fare. «Quattro punti potrebbero sembrare pochi, ma abbiamo già affrontato le tre regine Venezia, Schio e Bologna e su otto gare ne abbiamo giocate cinque fuori. Abbiamo vinto nettamente le partite che dovevamo vincere (Brescia e Valdarno ndr), mentre c’è rammarico per altre due che ci sono sfuggite di un soffio (Campobasso e Sassari ndr). Sarebbero stati punti pesanti, contro avversarie sulla carta più forti, ma alle quali abbiamo tenuto assolutamente testa. La valutazione è quindi soddisfacente, con la consapevolezza che possiamo e dobbiamo migliorare. In generale, stiamo giocando bene, il gruppo è compatto e, diversamente dall’autunno scorso, ha un’anima. Tutti ci fanno i complimenti, ora però bisogna tornare a vincere, anche perché le squadre sotto stanno muovendo la classifica».

Come è normale, alcune giocatrici stanno giocando meglio di altre. La polacca Niedzwiedzka, però, finora si è rivelata una vera delusione. State valutando un eventuale taglio? «Ci aspettavamo molto di più, il suo contributo è al di sotto delle aspettative e non solo in fase offensiva. Non nego che ci stiamo guardando intorno sul fronte delle comunitarie disponibili, ma per il momento a scopo puramente informativo. Mi auguro che Klaudia possa riprendersi e dimostrare il proprio valore. Non pretendiamo la luna, ma più incisività e presenza all’interno della squadra».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui