Basket A1 donne, E-Work, vietato sbagliare contro Ragusa

E-Work avanti tutta. Le quattro sconfitte consecutive (Campobasso, Schio, Sassari, Bologna) non hanno turbato coach Simona Ballardini, che si affaccia al match di stasera contro Ragusa carica di ottimismo e fiducia (Pala Bubani, ore 20.30). Conquistare i due punti sarebbe fondamentale per arrivare alla sosta in tranquillità e andare a Sesto San Giovanni il 4 dicembre con la classifica più piena e la testa più sgombra. «Ci stiamo allenando bene, con lo spirito e le facce giuste. Il gran lavoro sul nostro principale punto debole, cioè la difesa, e l’affinamento del gioco di squadra daranno i frutti sperati. I progressi sono tangibili, altrimenti sabato scorso non avremmo messo in difficoltà la Virtus. È arrivato il momento di tornare a vincere, ce lo meritiamo. Una volta sbloccate, sarà dura fermarci, ne sono convinta».
A proposito della difesa, Ballardini sottolinea che «se da un lato è vero che dobbiamo fare meglio, dall’altro è giusto ricordare che giocatrici come Parks di Campobasso, Holmes di Sassari e la stessa Zandalasini di Bologna, contro di noi hanno trovato serate di grazia, facendo canestri con le mani in faccia che poi non hanno replicato in altre partite, oltretutto con marcature molto più blande».
La gara di stasera sarà una cartina di tornasole anche sotto questo aspetto. Ragusa è in crisi, ma ha appena ingaggiato Lino Lardo, ct della Nazionale. «Di fronte al nuovo allenatore, le aquile biancoverdi vorranno senz’altro dimostrare qualcosa di importante, a cominciare da Romeo, una che in queste situazioni si esalta. Ma con tutto il rispetto per le nostre avversarie, sono concentrata sulla mia squadra e le sensazioni sono positive».
Riflettori puntati sulla polacca Niedzwiedzka, a rischio taglio e chiamata a dare subito risposte convincenti. Tutto da gustare il duello sotto le plance tra Kunaiyi-Akpanah e Anigwe, le due migliori rimbalziste del campionato e nella top ten delle marcatrici. Per le qualificazioni a EuroBasket 2023 (dal 20 al 29), Sara Hinriksdottir ha ricevuto la chiamata dalla nazionale islandese. Tra le azzurre, invece, Lino Lardo non ha convocato nessuna giocatrice faentina (l’Italia affronterà a Napoli il 24 la Svizzera e il 27 la Slovacchia). La E-Work può consolarsi con la partecipazione di Rosa Cupido al raduno nazionale di 3×3 in programma, sempre nel capoluogo partenopeo, dal 22 al 25.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui