Basket A1 donne, Cupido e una E-Work che non si arrende

Eppur si muove. La classifica della E-Work, ferma dallo scorso 21 novembre (54-63 a Empoli), mercoledì ha fatto un significativo balzo in avanti. Espugnando Broni, le faentine hanno infatti staccato il fanalino Empoli, inchiodato a 2 punti e raggiunto a quota 6 proprio le pavesi (con un bel 2-0 negli scontri diretti) e Moncalieri, che sarà al Bubani il 9 marzo. Ancora una volta, la protagonista assoluta del successo manfredo è stata Rosa Cupido, sempre Mvp quando Faenza vince. L’esterna di Pompei ha chiuso con 24 punti, 7 rimbalzi e 2 assist, smazzando le carte nei momenti cruciali del match, vissuto costantemente sul filo dell’equilibrio (63-68 alla fine).
«È una vittoria dal peso specifico enorme – dice Cupido – per la classifica e ancor di più per il morale. Quando ti abitui a perdere, diventa difficile invertire il trend. Noi ci siamo riuscite in una gara delicatissima».
La regista campana individua nitidamente le chiavi del successo. «Anzitutto la voglia di vincere, che ha prevalso su qualsiasi aspetto di natura tecnica o tattica. E poi il gioco di squadra, condito da quel pizzico di cinismo che in tante occasioni, vedi sabato con Costa Masnaga, ci è venuto a mancare».
Nonostante le assenze di Porcu (distorsione alla caviglia, tornerà il 19 febbraio contro Empoli) e Schwienbacher (affaticamento, sarà a disposizione già domani a Venezia), la E-Work ha saputo esprimersi in modo corale. Ad esempio, anche Policari è andata in doppia cifra (15 punti), Kunaiyi-Akpanah, penalizzata dai falli, ha catturato 18 rimbalzi in meno di 20’ (praticamente un rimbalzo al minuto) e Kantzy ha tenuto bene il campo, giocando 32’ e segnando 8 punti.
L’obiettivo salvezza evitando i play-out è ancora possibile? «Sì – non ha dubbi Cupido – il nono posto è distante 6 punti e il tempo per raggiungerlo c’è tutto. A patto di dare seguito ai miglioramenti delle ultime settimane e trovare maggior continuità nell’arco dei 40’. Meno di altre volte, ma anche a Broni qualche blackout c’è stato. Serviranno poi un paio di colpacci contro squadre di seconda fascia».
Domani si va a Venezia (si gioca alle 19, per prenotare l’accesso al Taliercio whatsapp al 3516689829 o mail a fbpfaenza@gmail.com) e martedì a Schio, due gare in cui la E-Work non avrà nulla da perdere, ma che serviranno a puntellare il percorso di crescita, fondamentale in vista del rush finale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui