Basket A1 donne, Ballardini: “Voglio un’E-Work orgogliosa e felice”

«Voglio costruire una squadra orgogliosa e felice». Nel giorno della diffusione del calendario di A1, più che alle avversarie, Simona Ballardini pensa alle sue ragazze e non vede l’ora di cominciare il lavoro. «Il 17 agosto faremo il primo allenamento – dice il coach della E-Work – e dà lì in poi sarà una corsa contro il tempo per arrivare all’esordio nelle migliori condizioni possibili. La rosa è stata profondamente rinnovata e ci sarà da lavorare tanto, tantissimo. È la prima volta che alleno dall’inizio, sarà un esame anche per me».

Il debutto contro la Reyer Venezia all’Opening Day di Cagliari è in programma domenica 2 ottobre alle 14. Seguirà poi un trittico totalmente alla portata: mercoledì 5 a Moncalieri, sabato 8 a Faenza contro Brescia, sabato 15 in casa della neopromossa Valdarno. Tre partite subito fondamentali in ottica salvezza. «Dopo l’esordio proibitivo con Venezia, sono gare che dovrebbero consentirci di respirare, ma che ci metteranno anche parecchia pressione addosso, data l’importanza della posta in palio. E a metà ottobre non saremo certo al top. Cosa succederà lo scopriremo giocando, comunque a me interessa lavorare con le ragazze per dare forma alla squadra che ho in mente. Una squadra che deve essere anzitutto un gruppo coeso e con un’identità precisa, che si allena duro, ma che si diverte anche e che gioca sempre per vincere».

Molto dipenderà dalle straniere, tutte da scoprire. «Le italiane le conosco bene e so quello che potranno dare, a cominciare dal nostro capitano Franceschelli, che ha una voglia matta di tornare in campo e che in tutti questi mesi ha lavorato sodo. Discorso diverso per le straniere. So che “The Brave” Hinriksdottir ama attaccare il canestro e giocare per la squadra, così come Niedzwiedzka, che tira e corre in contropiede. Le premesse sono buone, si tratterà di trovare il giusto amalgama col resto del gruppo. Il vero punto interrogativo è Jeter, perché sappiamo quanto le americane spostino gli equilibri di squadra. E poi c’è Kunayiy-Akpanah reduce dall’intervento alla spalla, speriamo riesca a recuperare per Cagliari».

Accanto a Cristina Bassi, ci sarà il nuovo vice, Giovanni Sferruzza. «Non lo conoscevo, ci siamo sentiti in questi giorni e l’ho trovato molto curioso e preparato. Lavoreremo bene assieme».

L’obiettivo della E-Work resta la salvezza? “È fare una stagione serena, i risultati verranno di conseguenza». Appuntamento in palestra il 17 agosto e con la prima amichevole a Lucca il 3 settembre.

IL CALENDARIO

Ecco il camminodelle faentineVia il 2 ottobre

Il calendario della E-Work.

1ª giornata: domenica 2 ottobre Faenza-Venezia, ritorno da definire. 2ª giornata: mercoledì 5 ottobre Moncalieri-Faenza, ritorno sabato 7 gennaio. 3ª giornata: sabato 8 ottobre Faenza-Brescia, ritorno domenica 15 gennaio. 4ª giornata: sabato 15 ottobre Valdarno-Faenza, ritorno sabato 21 gennaio. 5ª giornata: sabato 22 ottobre Faenza-Campobasso, ritorno domenica 29 gennaio. 6ª giornata: domenica 30 ottobre Schio-Faenza, ritorno sabato 4 febbraio. 7ª giornata: sabato 5 novembre Sassari-Faenza, ritorno sabato 18 febbraio. 8ª giornata: sabato 12 novembre Faenza-Bologna, ritorno domenica 26 febbraio. 9ª giornata: sabato 19 novembre Faenza-Ragusa, ritorno domenica 5 marzo. 10ª giornata: domenica 4 dicembre Sesto San Giovanni-Faenza, ritorno mercoledì 8 marzo. 11ª giornata: sabato 10 dicembre Faenza-San Martino de’ Lupari, ritorno domenica 12 marzo. 12ª giornata: domenica 18 dicembre Crema-Faenza, ritorno domenica 19 marzo. 13ª giornata: mercoledì 21 dicembre Faenza-Lucca, ritorno domenica 26 marzo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui