Basket, a Cesena è il week-end del Livio Neri’s Playground

Il 31 ottobre 2011 fu un giorno di lutto per il mondo della pallacanestro romagnola, sotto choc per la scomparsa, a soli 35 anni, di Livio Neri. Nato a Cesena ma cittadino della Romagna in quanto conosciutissimo e apprezzatissimo anche a Ravenna e a Rimini per la sua attività di allenatore (fu il vice di Ticchi negli allora Crabs e responsabile del settore giovanile dell’Acmar).
È necessario chiedersi chi fosse Livio? Per pochi, fortunatissimi: fratello, amico, confidente o familiare. Per tanti, altrettanto fortunati: allenatore. Visto che l’ora più buia è quella che precede il sorgere del sole, per ricordare Livio l’associazione che porta il suo nome, la “Livio Neri Basket”, organizza in questo fine settimana il classico happening di inizio estate. Il Livio Neri’s Playground, che va in scena a Cesena, al campetto del Fiorenzuola, nei pressi del commerciale Le Terrazze, è un torneo 3 contro 3 che va oltre le rivalità, una manifestazione tra lo sportivo e il goliardico al quale si sono per ora iscritte 20 squadre, tutte inserite in un tabellone unico. Una due giorni, che inizia oggi pomeriggio e termina domani, che illumina e scalda i cuori di tutti gli appassionati di basket.
«Lo spirito di questo torneo e della due giorni non si basa sulla competizione bensì lo scopo principale è quello di devolvere il premio finale, un premio da 400 euro, a un’organizzazione benefica» spiega Carlo Venturi, che di Livio era uno dei migliori amici e che ora è il presidente dell’associazione sportiva che porta il suo nome.
«La cornice di questa meravigliosa manifestazione sarà composta da basket, musica, dj e food truck (ristorazione mobile, ndr). Le squadre iscritte sono venti: si gioca con la formula del tre contro tre, ma ogni team è composto da quattro cestisti. Il livello tecnico del torneo è molto vario, partecipano a questa manifestazione, ragazzi molto giovani che si vogliono mettere in gioco e che vogliono buttarsi nel mondo della pallacanestro ma anche giocatori più esperti. Quella di quest’anno sarà la nona edizione dopo due anni di stop forzato. Al contrario delle edizioni precedenti il torneo avrà luogo in due giornate anziché in quattro».
I partecipanti provengono da tutto il nord Italia, da Riccione a Milano. Special Guest sarà Andrea Paleari, che di Livio era amico e vicino di casa, ex cestista dell’Urania Milano e figlio di Alberto Paleari, vincitore di una coppa delle coppe nel 1970 con l’Olimpia Milano.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui