Baseball, San Marino gelato: stasera la bella che vale lo scudetto

ParmaClima-San Marino 2-1

PARMACLIMA Koutsoyanopulos ec (1/4), Desimoni es (1/3), Gonzalez ed (0/3), Mineo r (0/1), Astorri dh (1/3), Sambucci 1b (0/2), Rodriguez 3b (0/1), Talevi 2b (0/3), Battioni ss (1/3).

SAN MARINO Batista ed (0/2), Ferrini 3b (0/1), Angulo ss (2/3), Lino r (0/3), Celli ec (0/3), Ustariz 1b (1/3), Epifano ss (0/3), Leonora es (0/2), Pulzetti dh (0/2).

PARMA 001 100 0 = 2 bv 4 e 0

SAN MARINO 000 100 0 = bv 2 e 1

PRESTAZIONE PITCHER Lugo (W) rl 6, bvc 1, bb 2, so 8, pgl 1; Habeck (S) rl 1, bvc 2, bb 0, so 2, pgl 0; Kourtis (L) rl 3.2, bvc 4, bb 3, so 4, pgl 1; Baez (f) rl 3.1, so 4.

SAN MARINO – La serie scudetto 2022 non concede strappi alla regola. Le gare dispari le vince San Marino, quelle pari sono di Parma. E così la finalissima per il titolo tricolore si deciderà nella bella in programma questa sera alle 20,30 sempre a Serravalle con Centeno e Montilla pitcher partenti di una gara senza domani.

Passa il Parma

Dimitri Kourtis non sembra quello dominante di garatre, nei primi tre inning mette sempre in base il primo uomo del line-up ducale e dopo essersi salvato alla seconda ripresa con le basi piene e un out (doppio “kappa” su Talevi e Battioni), subisce il punto del vantaggio ospite: in realtà è pesante il liscio di Angulo perché Koutsoyanopulos arriva in terza sul singolo di Desimoni e segna sulla volata di Mineo. Non è finita, al quarto la base a Rodriguez e il successivo avanzamento complicano le cose al pitcher di San Marino che incassa il 2-0 di Battioni e finisce sotto la doccia rilevato da Baez che colleziona out in serie.

Lugo macchina da out

Il lanciatore di Parma è in forma strepitosa: già lunedì scorso era stato praticamente intoccabile e la standing ovation se l’è meritata anche ieri sul Titano. La sua prima e unica valida della partita la subisce al quarto, la firma Angulo che spinge in terza Ferrini poi viene colto fuori base ma consente al suo compagno di accorciare le distanze. Ma San Marino finisce lì. Il closer Habeck concede un singolo interno ad Angulo, lo staff sammarinese decide di non sacrificare Lino con un bunt, ma il catcher rimedia il terzo strike-out della sua partita imitato da Celli. E il rammarico aumenta sulla valida di Ustariz che avrebbe spinto a casa Angulo il quale va in seconda e l’innocua rimbalzante di Epifano chiude la partita.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui