PARMA – Il trittico che può valere la finale. Dopo la settimana di stop, San Marino torna in campo per la sfida probabilmente decisiva contro il Parma: si parte tra poco, alle ore 21, al “Cavalli”, mentre sabato si giocherà alle 16.30 e alle 20.30 a Serravalle.

I Titani vogliono chiudere ogni discorso e vincendo almeno due delle tre partite in programma, l’ipoteca sarebbe davvero definitiva. L’unico dubbio di formazione riguarda Di Fabio, in ripresa dall’infortunio alla caviglia rimediato col Bologna, mentre andranno valutate le condizioni di Hernandez. Il pitcher mancino è arrivato proprio ieri a San Marino dalla Spagna, dove aveva provveduto agli esami anti-Covid del caso con tampone negativo, ed è stato regolarmente tesserato. Sicuro invece il debutto di Angulo.

Massima attenzione

La settimana di stop forzato ha ovviamente spezzato il ritmo ai Titani e il manager Mario Chiarini non è certo contento ma si adegua. «Interrompere il trend delle partite settimanali non è stato certo il massimo, ma le questioni di Macerata hanno reso tutto ciò inevitabile. Torniamo in campo e dobbiamo farlo subito col massimo della concentrazione, giocando un inning e una partita alla volta contro un avversario tosto come Parma. Trittico decisivo? Oggettivamente sappiamo che è così: vincere la serie significherebbe ipotecare la finale, fermo restando che poi ci sono tante altre gare da giocare al massimo della concentrazione prima della fine della regular season. Bisogna fare tanta attenzione a non farsi riagganciare». Stasera sul monte Chiarini schiererà Solbach.

Spareggio per le semifinali

Trittico fondamentale anche per l’altra romagnola, il Godo, che contro il Collecchio si gioca il quarto posto, ultimo utile per volare in semifinale. Si parte sempre alle 21 di oggi al Casadio di Godo, mentre sabato doppia sfida a Collecchio (ore 16.30 e 20.30).

Argomenti:

godo

parma

san marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *