SAN MARINO – San Marino contro Bolognaquesta sera(ore 20 a Serravalle), domani e sabato per chiudere la regular season, poi ancora da giovedì 17 per giocarsi la seconda finale scudetto consecutiva. Il trittico che parte questa sera sul Titano è dunque un antipasto di quello che sarà il duello tricolore e a dispetto di una qualificazione matematica, ci sono tanti motivi di interesse. A partire dalla corsa di Federico Celli verso la Tripla Corona cioè la “vittoria” nelle tre più importanti statistiche offensive. L’esterno riminese è nettamente in vantaggio nei fuoricampo (10, il secondo Astorri del Bologna è a 5) e nei punti battuti a casa (36, il secondo Dobboletta, sempre della Fortitudo è a 27). Più combattuta la classifica della media battuta dove Celli comanda con .464, da difendere contro il .415 del fortitudino Didder e .410 di Caseres. Nel caso riuscisse l’impresa, sarebbe la sesta Tripla Corona assegnata dopo le vittorie di Gandini, Castelli, Bianchi (doppietta) e nel 2010 Carlos Duran che giocava nella stessa squadra e nella stessa posizione difensiva di Celli. Volendo, c’è pure il duello per la media pgl tra i due partenti sammarinesi (Solbach 0.27, Maestri 0.36) e a proposito di monte, San Marino scoprirà Elian Leyva, il nuovo pitcher della Fortitudo che ha debuttato sabato con Collecchio. Quale sarà l’ordine delle partite scudetto? Si giocherà con la consueta formula “2-3-2”, o si giocherà una partita a San Marino e una al Falchi, o viceversa, con eventuale garasette in campo neutro? Questo dipende dal fatto che San Marino giocherà comunque tre partite di regular season in meno rispetto alla Fortitudo (le famose tre con Macerata che non verranno recuperate) e solo in caso facesse tripletta con Bologna chiuderebbe matematicamente al primo posto.

GODO CHIUDE CON PARMA

Per la squadra di Bortolotti l’ultimo avversario è quel Parma, saldamente al terzo posto ed è stata l’unica squadra a mettere in relativa difficoltà le superpotenze Fortitudo e San Marino, ma solo nel girone di ritorno dopo essersi staccata troppo presto all’andata. Si gioca alle 21 al diamante Casadio, aspettando poi il doppio confronto di sabato a Parma.

Argomenti:

BOLOGNA

san marino

scudetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *