Baseball A, nessuna rivoluzione alla formula

Chi sperava nel ritorno al passato, al ripristino della serie A1 e A2, o comunque a un restyling della formula del campionato di baseball, è andato deluso. Nessun dietrofront, si prosegue sulla linea intrapresa due anni fa, con una serie A unica a 32 squadre e una formula “copia e incolla” del 2022. Anzi, una novità c’è: nella prima fase la Fibs ha deciso che non si seguirà il criterio di vicinorietà che serviva per limitare le spese, ma i gironi verranno composti sulla base del ranking dell’ultimo campionato. Cioè, San Marino numero 1, Parma 2, Bologna 3 e così via fino alle neopromosse. Si parte l’1 aprile, la prima fase si gioca dunque con quattro gironi da otto squadre, due partite settimanali di sola andata, le prime due di ogni girone si qualificano per la Poule Scudetto, le altre sei giocheranno la Poule Salvezza.

Poule Scudetto

Due gironi da quattro, tre partite di andata, intergirone e ritorno su sette inning, le prime due di ogni gruppo accedono alle semifinali scudetto che come le finali si giocheranno al meglio delle sette.

Poule Salvezza

Quattro gironi da sei, due partite di andata e ritorno, le ultime due di ogni gruppo giocheranno i play-out incrociati (dopo la solita pausa per tutto agosto…) al meglio delle cinque che determineranno le quattro retrocesse in serie B.

Serie B

Via il 15 aprile: sarà strutturato su quattro gironi da otto squadre con play-off per le prime due di ogni gruppo e play-out per le ultime due. a.p.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui