Barche e tradizione, il ritorno della “pezza santa” GALLERY

PESARO Barche e usanze che riemergono dal passato. Martedì a Pesaro al Cantiere Navale Gioacchini è stato sistemato l’ultimo elemento del fondo del Kokanee, lo scafo ripescato come relitto dal porto canale di Rimini e oggi in fase di ricostruzione. La barca (lunga 9,60 metri e costruita nel 1950 ai cantieri A.H. Moody & Sons di Southampton) ha ispirato la scelta di ripristinare un’antica tradizione, quella della “pezza santa”, che prevede una cerimonia religiosa di benedizione, una vecchia consuetudine che aveva lo scopo di favorire la navigazione allontanando i pericoli. Alla cerimonia hanno partecipato fra gli altri il sindaco di Pesaro Matteo Ricci, l’ingegnere Marco Cobau (esperto del settore che ha ricostruito la storia della barca), i rappresentanti della società sammarinese proprietaria dello scafo e Luciana e Luciano Gioacchini (titolari del cantiere). Termine previsto dei lavori: estate 2022. Per Kokanee si prefigura un futuro di regate per barche classiche. Mercoledì 7 luglio una trasmissione dedicata all’evento andrà in onda alle 21.15 su Rossini Tv, visibile in streaming su www.rossinitv.it.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui