Un bando europeo per promuovere la Romagna e l’aeroporto di Rimini

Un bando europeo per promuovere la Romagna e l'aeroporto di Rimini

Una campagna promozionale per valorizzare la Romagna e incrementare i turisti dall’Europa all’aeroporto di Rimini. Il bando, finanziato dall’Apt, è stato appena pubblicato. Si tratta di un bando europeo quadriennale per lo sviluppo di una campagna di comunicazione promo-commerciale europea, finalizzata a valorizzare la Romagna come destinazione turistica e incrementare la vendita di biglietti aerei da parte dei vettori che operano tra l’Europa e l’Aeroporto Federico Fellini di Rimini.

Il Bando, finanziato da APT Servizi – Azienda di Promozione Turistica dell’Emilia Romagna- in accordo con Visit Romagna, del valore complessivo lordo di oltre 4 milioni di euro (4.172.400,00 euro), mira ad incrementare -e fidelizzare- i flussi turistici internazionali in arrivo dall’Europa per il prodotto balneare e culturale, all’insegna del brand “Romagna, La terra della Dolce Vita”. Previsto un contratto annuale, con opzione di rinnovo per altri tre anni.

«Prosegue l’impegno della Regione -dichiara l’Assessore Regionale al Turismo Andrea Corsini- a favore della valorizzazione del turismo balneare. Questa iniziativa -frutto di un impegno strategico con l’Aeroporto Fellini- rappresenta un’ulteriore opportunità per aprire nuovi collegamenti tra la nostra Riviera e l’Europa e conferma la strategia di portare sempre più turisti stranieri in Emilia Romagna».

«Il turismo -commenta il Presidente della Regione Stefano Bonaccini- è il petrolio dell’Emilia Romagna, crea occupazione e da visibilità alle nostre eccellenze. La sempre maggiore internazionalizzazione della nostra offerta di vacanza è una scelta imprescindibile, che passa attraverso l’innovazione, come dimostrano i 32 milioni di euro destinati dalla Regione ai nuovi lungomari della Riviera e i 25 milioni per la riqualificazione di alberghi, stabilimenti balneari e termali».

«Siamo molto contenti -spiega Leonardo Corbucci Amministratore Delegato di AIRiminum-perché questo strumento rafforzerà in maniera rilevante la capacità dell’Aeroporto di attrarre nuove compagnie e sviluppare quelle che già volano al Fellini. La durata di 4 anni, inoltre, ci fornisce uno strumento strategico nel periodo del contratto di programma 2020 – 2023 in cui saranno investiti 23 milioni solo nelle infrastrutture e che AIRiminum presenterà al territorio la prima settimana di dicembre insieme ad Enac. Il 2019 si sta chiudendo con quasi 400 mila passeggeri provenienti tutti da paesi stranieri (circa +28%) evidenziando il ruolo dell’Aeroporto per quanto riguarda l’internazionalizzazione del territorio. Con questi nuovi strumenti il Fellini diventerà ancora di più un driver di sviluppo strategico turistico e industriale della Romagna».

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *