Che Baldoria, pub e birreria dalle ceneri della discoteca Velvet di Rimini

RIMINI. Da un lato il birrificio Beha, dall’altro il pub Baldoria. Dalle ceneri della storica discoteca Velvet a Sant’Aquilina nasce una nuova “creatura” fortemente voluta da Manuel Celli, 36 anni, figlio di Goffredo, patròn dell’omonimo Gruppo che produce spillatrici e impianti per bevande. «È un investimento ai limiti della follia che nasce da una forte passione per la birra artigianale» sostiene Manuel.

Il vecchio Velvet è stato completamente raso al suolo. La nuova struttura occupa un terreno di ben 55mila metri quadrati. Il birrificio artigianale Beha è stato inaugurato nel settembre dello scorso anno; il nuovo locale aprirà invece i battenti domani alle 18.30. Beha da qualche mese sta producendo le prime birre artigianali con nomi che non lasciano spazio alla tristezza: Baldoria (come il locale), Spasso, Euforia, Gaudio e Kermesse. Gradazioni fra 4,3 e 5,4 «facili da bere» e una produzione di mille ettolitri destinata, per ora, al mercato locale. Nei paraggi si trovano anche i campi di orzo e frumento dai quali arriva la materia prima.

Baldoria, invece, è un brewpub fornito anche di cucina che propone hamburger e pizza utilizzando prodotti locali. Si sviluppa su tre piani con 160 posti all’interno. Ma il vero valore aggiunto potrebbe diventare l’area esterna, completamente ristrutturata, con 17mila metri quadrati di lago, la vecchia pista da ballo trasformata nel giardino estivo con due grandissime terrazze panoramiche su due livelli che potranno ospitare centinaia di persone. «Come richiamo allo storico rock club, abbiamo voluto lasciare i gradoni che si trovavano accanto alla pista» sottolinea l’imprenditore riminese.

I dipendenti fra birrificio e pub sono 20, già assunti. «Ma da maggio in poi potrebbero crescere ancora parecchio visto che il volume della struttura può triplicare».

Celli spiega che si tratta di un investimento da milioni di euro. «Dopo la cessione dell’azienda di famiglia a un fondo di investimento, abbiamo deciso di concentrarci su progetti più nostri. Mio fratello Gianluca ha aperto la Tenuta Sant’Aquilina che produce olio e vino; io sono rimasto più vicino al mondo della birra e mi sono appassionato a questo prodotto che in Italia è un po’ bistrattato».

Il vecchio Velvet l’ha rilevato nel 2017. I lavori sono iniziati nel maggio 2018. «L’edificio andava sistemato per forza – spiega Cenni –, così abbiamo pensato di demolire e ricostruire tutto, anche perché gli spazi non mancano. Credo che il risultato sia eccezionale, anche dal punto di vista scenografico». Cenni non chiude poi la porta alla musica: «Baldoria non è una discoteca, ma abbiamo mantenuto uno spazio musicale con il palco per concerti, spettacoli o dj set. All’interno anche un po’ di arte con due opere del pittore riminese Davide Frisoni». Si comincia domani, dalle 18.30: la prima birra è gratis per tutti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui