L’uomo venne sospeso dal servizio che prestava alla casa protetta Camilla Spighi

BAGNO DI ROMAGNA. Dopo ben 30 anni di guerra legale e 37 anni dal contestato provvedimento di “sospensione cautelare dal servizio” si conclude a favore di un ex dipendente del Comune di Bagno di Romagna – ora residente nel Riminese – una vertenza relativa alla mancata corresponsione di stipendi avvenuta a partire dal 1982. Nel 1989 il dipendente fece ricorso al Tar dell’Emilia-Romagna; è dello scorso mese di settembre la definitiva chiusura della vertenza con l’esecutività della sentenza e l’obbligo per il Comune di riconoscere complessivamente la somma di 21.767 euro.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

Bagno di Romagna

causa

lavoro

rimini

sospeso

vince

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *