Bagno di Romagna, uno gnomo… alto tre metri e mezzo aspetta il Giro d’Italia

Bagno di Romagna sta vivendo momenti di grande attesa per l’arrivo della dodicesima tappa del Giro d’Italia e tutta la comunità sta mostrando il calore dell’accoglienza e della festa con alcune iniziative davvero originali ed uniche nel panorama nazionale. Dal 14 maggio è ufficialmente visitabile lungo i 3km della pista ciclopedonale che collega San Piero in Bagno a Bagno di Romagna, che sarà luogo dello scatto finale dei ciclisti, una mostra a cielo aperto “Un Giro nella Storia” con le 104 prime pagine della Gazzetta dello Sport dedicate ai vincitori del Giro d’Italia, dal lontano 1909 ad oggi. Volgere lo sguardo a queste pagine suscita grande curiosità. Ritrovare gli scritti di oltre 100 anni fa e leggere le vicende di un secolo di sport racchiude un fascino speciale.

Spuntano ovunque, tra San Piero e Bagno di Romagna, i Cappelli degli Gnomi, gadget ufficiale della tappa di Bagno di Romagna, in onore del Sentiero degli Gnomi e del Regno della Fantasia, che contraddistinguono in esclusiva questo territorio e questo grande evento.

I cappelli, realizzati in rosa e rosso in edizione limitata di 1.000 copie per l’arrivo del Giro, sono stati donati a tutti i bambini dei nidi, delle materne, delle elementari, per ringraziarli dei bellissimi disegni e allestimenti creati per abbellire la città. Inoltre, sono stati distribuiti a tutti gli esercizi commerciali del Comune, dagli alberghi ai ristoranti, dai bar ai negozi di ogni tipo, per accogliere i visitatori con il sorriso e la magia degli gnomi.

Ad accogliere turisti e avventori, poi, ci sono un grande Gnomo alto 3,5 metri posizionato nella rotonda di ingresso della E45 a Bagno di Romagna ed un grande “Trofeo senza fine” del Giro d’Italia alto 5 metri nella successiva rotatoria, mentre la rotonda di ingresso al borgo termale è stata abbellita con coreografie floreali che ricalcano il logo del Giro.

Intanto, un gruppo di cittadini ha vestito un intero ponte – il Ponte delle Grazie a San Piero in Bagno – con un gigantesco tricolore per salutare il Giro. A Bagno invece un gruppo di cittadini ha creato un immenso Stivale per salutare tutti gli italiani nel 160° anniversario dell’Unità d’Italia. Il centro di Bagno di Romagna, infine, mostra le sue vie ed i suoi palazzi toscaneggianti avvolti da un tetto di ombrelli rosa e bianchi, che qualificano la spiccata accoglienza del borgo termale. Cittadini, famiglie ed esercizi pubblici stanno poi abbellendo vie, abitazioni e vetrine in modo veramente partecipato e caloroso.

“La partecipazione di tutta la comunità ed il clima di attesa festosa che si respira nelle vie dei nostri borghi è suscita un sentimento di coesione ed unione che è il più bel risultato di questo evento – spiega emozionato il Sindaco Marco Baccini. Saremo una Comunità ospitante e siamo pronti a mostrare il nostro calore”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui