Bagnara è tra i Borghi più belli d’Italia

Con la cerimonia di ieri Bagnara di Romagna è entrata ufficialmente nel club dei “Borghi più belli d’Italia”, una top selection che dal 2001 è sinonimo di qualità e tradizione. Insieme al sindaco Riccardo Francone, sono intervenuti l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini, il presidente del Club dei borghi Fiorello Primi e il coordinatore regionale del Club Mauro Guerra.

Dopo la candidatura e la verifica dei requisiti necessari per accedere alla nicchia dei borghi più caratteristici, nel novembre scorso Bagnara è riuscita nel suo intento.
È la prima a comparire nell’elenco regionale perché l’ordine alfabetico la privilegia rispetto a Brisighella, che è il secondo comune in provincia di Ravenna potersi vantare del riconoscimento, e alla capolista Boggio.

«Oggi coroniamo un risultato davvero importante per il nostro paese – ha dichiarato Francone –. Sento da una parte la gioia di poter essere parte di un club così prestigioso, dall’altro la responsabilità di farne parte, che presuppone non solo di continuare, ma anzi di intensificare un percorso virtuoso, per rendere Bagnara sempre più un paese attrattivo, conciliando le necessità dell’abitare con quelle del visitare il paese. Questa inaugurazione è come un premio per l’importante percorso di sviluppo culturale e turistico portato avanti da oltre dieci anni nel nostro paese, dalla Rocca ai musei, passando per la Villa Morsiani, i Prati di Sant’Andrea e i numerosi eventi culturali antichi e nuovi».

D’altronde è a Bagnara che ogni anno viene organizzata una delle kermesse più apprezzate in Romagna, il Popoli pop cult festival, che anche quest’anno vedrà il coinvolgimento di culture e gastronomie di tutto il mondo.

«Questo è un premio per tutta Bagnara – ha concluso Francone – per tutte le realtà pubbliche e private che insieme hanno concorso a questo risultato, con l’augurio che questo sia un nuovo inizio per sviluppare le nostre potenzialità e a rendere ancora più efficace e costruttivo il percorso che abbiamo intrapreso».

«Un posto bello bisogna costruirlo tutti i giorni – ha rimarcato il presidente Fiorello Primi -. È un lavoro che non finisce mai, un impegno costante che parte anche e soprattutto dalle piccole cose: abbiamo bisogno di circondarci di bellezza, perché in un posto bello viviamo tutti meglio».

«Quello dei luoghi come Bagnara non è un turismo minore, ma un turismo migliore – ha sottolineato l’assessore regionale Corsini –. Sono questi i posti che sanno esprimere il meglio del Made in Italy. Certo, ci sono i grandi prodotti, i grandi marchi, ma sono poi i borghi che rappresentano l’immagine più vera e rappresentativa dell’Italia anche all’estero. I grandi numeri non si fanno qui, ma è decisivo avere luoghi come questi per creare una regione sempre più attrattiva e diversificata».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui